Richiesta di rinvio a giudizio per il sindaco di Pozzallo. Le indagini riguardano nomina del comandante della polizia locale e di due agenti

0
1631

Richiesta di rinvio a giudizio per il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna. L’ha avanzata la Procura della Repubblica e si riferisce, in particolare, alla nomina, ma in questo caso, della riconferma del comandante della Polizia Locale, Nicola Campo, in aspettativa a Pachino, e di altri due vigili urbani, a tempo determinato, provenienti sempre da Pachino. Sarà il Giudice per l’udienza preliminare a decidere. Ammatuna, nella sostanza, ha riconfermato Campo, già nominato dal suo predecessore, ed ha assunto due vigili urbani a tempo determinato, per sopperire alla carenza di organico.
Sulla vicenda l’intera amministrazione comunale e i consiglieri comunali di maggioranza, fanno quadrato attorno al primo cittadino. “Sin dal suo insediamento, il Sindaco di Pozzallo si è rimboccato le maniche lavorando senza sosta per il bene della città di Pozzallo e i risultati sono sotto gli occhi di tutti – si legge in una nota. – A partire dal giugno 2017, a ridosso della stagione estiva, il Sindaco ha approntato tutta una serie di iniziative con l’esclusivo fine di garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini.
Ha perciò disposto,in piena emergenza di personale delle forze di polizia municipale, una proroga dell’incarico del Comandante di P.M., già in servizio al Comune di Pozzallo, per cercare di prevenire eventuali problemi di ordine pubblico che, a ridosso della stagione estiva, avrebbero generato il caos in città.
Ha rimpinguato il personale della P.M., ridotto a pochissime unità, con l’inserimento di due agenti, nell’esclusivo interesse della città, per combattere quelle situazioni di illegalità incancrenite ormai da tantissimi anni e che nessuno, eccezion fatta per Roberto Ammatuna, si era mai preoccupato di far cessare e che, tra l’altro, hanno determinato minacce gravi anche nei confronti del vice sindaco e del Comandante della P.M. che sono stati costretti ad essere scortati dalle forze dell’ordine.
Grazie a queste azioni, il Sindaco ha invertito la rotta: basti pensare che, a differenza del 2016, quando venivano effettuati nei tre mesi di agosto settembre e ottobre circa 703 interventi, nell’anno 2017, grazie anche all’operato dei due innesti, sono stati effettuati 3234 interventi.
Sempre sotto la guida di Roberto Ammatuna, sono stati operati dieci sequestri, oltre a cinque operazioni interforze – tre a luglio, uno ad agosto ed uno a settembre – tutti interventi realizzati grazie al lavoro del Comando di P.M. e che mai erano stati fatti nella città di Pozzallo”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

18 + 10 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.