Modica: fornisce identità falsa. Smascherato e arrestato albanese rientrato dopo l’espulsione

La Polizia di Stato di Modica ha rintracciato presso un domicilio privato, un  albanese, già noto in passato   per i numerosi precedenti per  traffico internazionale di droga, reati sulla immigrazione clandestina, possesso di documenti falsi ed altro.  L’uomo, 35 anni, dopo essere stato espulso su provvedimento del Questore di Ragusa ed accompagnato alla frontiera albanese ( Bari) nel dicembre del 2017, era rientrato illegalmente in Italia contravvenendo alle norme sull’Immigrazione che prevedeno l’arresto obbligatorio per chi   rientra nel territorio nazionale entro i 5 anni dall’avvenuta espulsione.

Il soggetto  nel tentativo di eludere i controlli di Polizia, esibiva un nuovo passaporto albanese, genuino, con generalità differenti, pensando in questo modo di sottrarsi alla compiuta identificazione. Già in passato aveva fornito altri “alias” alle autorità. Ma la memoria degli Agenti della Polizia di Stato, legata alla morfologia dell’uomo già in passato arrestato col nome di A.G., nonché, poi, i successivi accertamenti di Polizia Scientifica assicuravano l’esatta identità del soggetto.

Lo stesso veniva pertanto tratto in arresto.

 

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI