Modica ha dato l’estremo saluto alla studentessa Vanessa Denaro, deceduta nell’incidente di giovedì

1
9268

“Ciao Vanessa, lassù non sarai sola”. I compagni della quinta classe dell’Istituto Alberghiero di Modica hanno così salutato Vanessa Denaro, 18 anni, deceduta pochi minuti dopo l’impatto con l’Audi A 3, mentre rientrava a casa da scuola, giovedì intorno alle 14,30. Il Duomo di San Pietro ha contenuto a stento le persone che hanno voluto essere presenti. L’Istituto Alberghiero era presente in massa con studenti, insegnanti e dirigenti. La messa è stata celebrata da Frate Emanuele in un clima surreale nel quale il pianto dei presenti spezzata momenti intensi di partecipazione. Il sacerdote ha utilizzato nell’omelia un pezzo del profilo della sfortuna giovane su Facebook, postato il 2 ottobre scorso:
“Ogni minuto purtroppo qualcuno lascia questo mondo…
Non ci sara’ età che fara’ la differenza….
Siamo tutti in questa fila eppure nessuno se ne rende conto.
Non possiamo sapere quante persone ci stanno davanti,
Non possiamo spostarci sul retro della fila,
Non possiamo uscire da questa fila,
Non possiamo far nulla per evitarla….
Quindi mentre aspettiamo in fila:
Goditi i momenti.
Fai la differenza.
Quella telefonata falla.
Prenditi tempo per te.
Fai sentire nessuno come qualcuno.
Fai sentire la tua voce
Rendi le piccole cose grandi.
Fai sorridere qualcuno
Fai il cambiamento.
Fatti una priorità.
Fai l’amore.
Fatti il trucco.
Litiga.
Fai la pace.
Ama e amati.
Assicurati di dire a chi ti e’ vicino che sono amati.
Assicurati di non avere rimpianti”.

La compagna di classe Rebecca, è intervenuta per l’estremo saluto evidenziando l’altra disgrazia che avevano subito in estate, Francesco Arrabito, deceduto i primi giorni di agosto a Punta Secca.. “Vanessa, ci contagi da lassù, splenderai sempre”.
“Mi mancherà il nostro linguaggio di smorfie e sorrisi – ha aggiunto un’altra compagna di classe e di vita”. All’uscita della bara dalla chiesa, palloncini e fiori bianchi”.
Vanessa Denaro la scorsa estate aveva lavorato presso un noto bar di Corso Umberto e in dicembre era stata tra gli studenti dell’Alberghiero impiegati per ChocoModica. Faceva tutto con passione.
“Un giorno triste per Modica e tutti i suoi figli – commenta il sindaco, Ignazio Abbate – . Oggi ci siamo stretti attorno alla famiglia di Vanessa insieme a migliaia di ragazzi che hanno pianto la loro amica volata tragicamente in cielo. Nessuna risposta ai tanti perchè, solo tristezza e lacrime miste ad un decoroso silenzio. Particolarmente toccante il momento in cui sono stati ricordati i tanti giovanissimi angeli volati in cielo in circostanze tragiche che ancora oggi hanno lasciato un vuoto incolmabile in tutti noi”.

foto luca basile

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

diciannove − 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.