Raffica di avvisi di accertamento illegittimi per l’IMU agricola degli anni 2014-2015 Medica (M5S) chiede annullamento sanzioni

0
960

Il Consigliere Comunale, Portavoce M5S, Marcello Medica, ha inviato una comunicazione ufficiale al Sindaco, Ignazio Abbate, e per conoscenza al Responsabile del Settore III, Giovanni Blanco, avente ad oggetto “Raffica di avvisi di accertamento da parte del Comune di Modica riguardo all’IMU sui terreni agricoli delle annualità 2014 e 2015”.
Il Consigliere 5 Stelle, ricevute diverse segnalazioni da parte di imprenditori agricoli oggetto di avvisi di accertamento, molti dei quali, sulla base della normativa di riferimento, ritenuti illegittimi, ha ritenuto opportuno e doveroso rivolgersi al Primo cittadino e al Responsabile del settore di competenza, affinché venga attenzionata la problematica che sta creando non poca preoccupazione all’utenza di riferimento.
Nella missiva, il Consigliere Medica, fa un chiaro riferimento alla normativa che negli anni si è susseguita e tuttora in vigore (Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 28/11/2014, Decreto Legge n. 4 del 24 gennaio 2015, sentenza della Corte Costituzionale n. 17/2018, legge 212/2000 – Statuto del Contribuente) e dalla quale si desume chiaramente che:
per l’anno 2014 i terreni agricoli sono esenti da IMU se posseduti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli iscritti alla previdenza agricola;
per l’anno 2015, si ritiene applicabile l’art. 10 della legge 212/2000 – Statuto del Contribuente, che recita: “Le sanzioni non sono comunque irrogate quando la violazione dipende da obiettive condizioni di incertezza sulla portata e sull’ambito di applicazione della norma tributaria”, e, pertanto, appare opportuno procedere allo sgravio delle relative sanzioni.
A carico dei contribuenti rimarrà ovviamente l’onere di provare l’iscrizione alla previdenza agricola in un congruo termine.
In sostanza, molti di questi avvisi di accertamento nei confronti dei suddetti imprenditori agricoli sono illegittimi ma, ciò nonostante, il Comune di Modica si sta rifiutando di annullarli in autotutela, costringendo il cittadino ad una ingiusta acquiescenza, o a sobbarcarsi le ulteriori spese di un contenzioso.
È per questo che il Consigliere Medica, facendosi interprete delle lamentele dei tanti imprenditori agricoli coinvolti, che, ad oggi, si trovano costretti a subire le ingiuste decisioni degli uffici comunali preposti, si è rivolto al Sindaco e al Responsabile di Settore, affinché intervengano, ognuno per le proprie competenze e si proceda con l’annullamento degli avvisi di accertamento relativi all’anno 2014 e delle sanzioni per l’anno 2015, così come prevede la normativa di riferimento.

ACQUISTA ADESSO IL TUO BIGLIETTO >>

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

5 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.