Calcio, Promozione. Modica in “emergenza” pareggia sul campo dello Sporting Eubea,

0
284

Finisce a reti inviolate il match del “Franco Vassallo” tra lo Sporting Eubea di Alessandro Astorino e il Modica Calcio di Calogero La Vaccara. Un risultato che serve poco alle due squadre che si sono affrontate entrambe in emergenza. Lo Sporting, infatti, ha dovuto fare a meno degli squalificati Tuvè, Bozzanga e Valerio, mentre il Modica oltre all’assenza di Carlo Sella e di Andrea Buscema ha dovuto rinunciare anche ai febbricitanti Totò Incardona, Gabriele Gugliotta e a Saro Agosta.
Positivo l’esordio da titolare per il giovane gambiano (classe 98) Dawda Jobarteh che si è fatto trovare pronto e fin che il fiato lo ha aiutato ha fatto vedere anche qualche buona trama di gioco.
La prima azione della partita è della formazione rossoblù. È il 9′ quando Jobarteh chiede e ottiene una triangolazione dal connazionale Kebbeh e va al tiro dal limite che si perde di poco a lato.
Al 28′ Caccamo riceve palla sul fronte sinistro salta un avversario entra in area e fa partire un tiro cross basso con Strano che in tuffo anticipa il possibile intervento sotto porta di Novello.
Al 37′ ci prova Alma dalla distanza, ma non inquadra la porta.
Molto più pericoloso lo Sporting al 42′ con un tiro dal limite di Ascia che un difensore respinge, la sfera arriva a Marco Damigella che dalla sinistra crossa sul secondo palo per Wally anticipato dall’intervento di Basile che si rifugia in angolo.
È questa l’ultima azione della prima frazione di gioco. Nella ripresa lo Sporting cerca di alzare il ritmo del gioco, ma il Modica si difende bene e Gianchino corre pochissimi rischi.
Al 20′ è il Modica a rendersi pericoloso con un calcio di punizione dal limite di Kebbeh che Strano respinge in tuffo sui piedi di Sammito che tira a botta sicura, ma è ancora il portiere di casa con un bell’intervento d’istinto che salva il risultato.
Risponde al 24′ lo Sporting Eubea con un tiro dal limite di Alma che Gianchino para facilmente a terra.
Lo Sporting prova a forzare ma si rende pericoloso soltanto su calci da fermo. Al 28′ sugli sviluppi di un corner Italiano si ritrova tra i piedi una palla vagante, ma la sua girata dalla linea dell’area di porta finisce alta sulla traversa.
Al 38′ angolo di Missale per l’incornata perentoria di Wally che finisce alta sulla traversa. Poi la stanchezza prende il sopravvento sulle due squadre e la gara si chiude dopo 4′ recupero a reti inviolate.
A fine gara i “Tigrotti” rossoblù vanno sotto la tribuna ospiti per salutare i circa venti tifosi venuti al “Vassallo” per incitare la squadra della Contea.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

uno + dodici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.