Il presidente nazionale della Corte dei Conti in visita al Museo del Cioccolato di Modica

0
716

Il Presidente della Corte dei Conti, Angelo Buscema, nel pomeriggio di ieri 3 gennaio, previo breve preavviso, ha visitato il Museo del Cioccolato di Modica.
Ad accogliere il più alto Magistrato contabile del Paese è stato il Direttore del Consorzio di Tutela del Cioccolato di Modica, Nino Scivoletto.
Nell’Ufficio del Direttore, il Presidente Buscema ha voluto conoscere l’excursus che ha portato al riconoscimento IGP; ha, in esclusiva, preso visione dei contrassegni della Zecca dello Stato consegnati di recente al Consorzio e che saranno applicati, dai produttori del Consorzio, ad ogni singola barretta di cioccolato di Modica garantendone la tracciabilità; ha preso visione del documento ufficiale della Commissione Europea di iscrizione del Cioccolato di Modica nel registro delle Igp e si è infine congratulato per l’inserimento nel Dizionario Enciclopedico Treccani del lemmo “cioccolato di Modica IGP.
Una degustazione di fave di cacao dell’Ecuador, di pasta amara Callebaut e di cioccolato di Modica, accompagnata dal Moscato di Noto Baroque di Rudini, ha concluso la prima parte della visita.
Quindi il Presidente Buscema, accompagnato dalla Signora Laura Squillace, ha visitato il Museo del Cioccolato soffermandosi, lungamente e con grande attenzione sulla documentazione storico archivistica che nella sostanza dimostra il legame intrinseco del prodotto con il territorio e con la famiglia Grimaldi, nel cui Archivio si è sviluppata la ricerca coordinata da Grazia Dormiente.
Apprezzata dal Presidente la collezione di sculture di cioccolato, in particolare “I carabinieri nella tempesta” realizzata in occasione del bicentenario della fondazione dell’Arma, nonché la collezione di oltre 300 incarti dedicati agli eventi più significativi degli ultimi cinque anni.
Finita la visita al Museo il Presidente ha voluto visitare la sezione animata del “Dammusu ro ciucculattaru” per assistere alla produzione del cioccolato di Modica secondo la tecnica di lavorazione settecentesca eseguita mirabilmente dal comunicatore museale Gianni Frasca in collaborazione con il responsabile del Museo Piro Puglisi.
Un giudizio lusinghiero quello espresso dal Presidente Buscema che, insieme alla Signora Laura, ha degustato il cioccolato di Modica appena prodotto, sia ancor prima di essere collocato nelle forme di latta, che dopo la sformatura, nella versione solida.
Alla fine della visita, durata circa 90 minuti, il Presidente ha ricevuto la telefonata del Sindaco di Modica, avvertito dal Direttore della autorevole presenza. Il Sindaco Abbate, che si trovava fuori sede, ha ringraziato il Presidente Buscema della visita in città, incaricando il Direttore di fargli dono sia della pubblicazione “Modica. La storia del suo cioccolato” di Grazia Dormiente e Giuseppe Leone, la cui stampa è stata resa possibile grazie al contributo della Banca Agricola Popolare di Ragusa, nonché dello spillino d’oro riproducente la barretta di cioccolato di Modica IGP, coniata in occasione del riconoscimento. Il Direttore del Consorzio ha donato al Presidente una selezione di cioccolato di Modica, di fave di cacao, di pasta amara Callebaut e la prima barretta con incarto ufficiale IGP.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

uno × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.