Il progetto “Microcredito per l’avvio di imprese” presentato a “Urbanpromo” di Milano grazie a Confcommercio Ragusa

0
402

Nell’ambito della quindicesima edizione di Urbanpromo, progetti per il Paese, tenutasi alla Triennale di Milano, ha riportato lusinghieri successi il progetto “Microcredito per l’avvio di impresa” promosso dalla Diocesi di Ragusa in collaborazione con la diocesi di Noto, la Camera di Commercio del Sud Est e il Libero consorzio comunale di Ragusa oltre che con Confcommercio provinciale Ragusa. E’ stata proprio Confcommercio a candidare il progetto a Urbanpromo nel contesto del Laboratorio nazionale di rigenerazione urbana. “Il progetto – spiega il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti – è stato particolarmente apprezzato poiché affronta un aspetto importante per la rigenerazione urbana quale il sostegno all’autoimprenditorialità, con caratteristiche di fattibilità, efficacia e misurabilità”. La presentazione del progetto si è tenuta nel contesto della sessione “Tradizione e innovazione nei centri urbani italiani” finalizzata a promuovere la qualità di vita nelle città anche grazie alla presenza dei servizi di prossimità e di iniziative economiche di forte valenza sociale. Hanno partecipato alla presentazione del progetto Emanuele Occhipinti, responsabile Crediti speciali e microcredito della Banca Agricola Popolare di Ragusa, Renato Meli presidente della fondazione San Giovanni Battista di Ragusa e consigliere nazionale dell’Azione cattolica italiana, Antonio Prelati vicepresidente Commerfidi Sicilia oltre ovviamente al presidente provinciale Confcommercio Ragusa Manenti. “Partecipare a un’esperienza del genere – continua ancora Manenti – è stato particolarmente arricchente. E sono convinto che siano state gettate le basi per continuare a creare qualcosa di importante nel nostro territorio frutto della sinergia tra sensibilità diverse. Il progetto, come abbiamo già specificato, ha riscosso molto interesse. E ci sono tutte le condizioni affinché lo stesso possa essere in qualche modo rilanciato come merita in ambito nazionale”.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

quattro × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.