L’Antifascismo una missione per un Paese che vuole rinsaldare i valori della Resistenza. A Vittoria manifestano CGIL, ANPI, Libera e Unione degli Studenti

0
661

L’Anpi nazionale ha indetto per il 15 dicembre un’iniziativa a Roma per affrontate il tema dell’antifascismo  e del contrasto al razzismo a livello europeo.
In vista di questo appuntamento a Vittoria si é svolto un sit in contro il razzismi e i fascismi vecchi e nuovi, promosso dall’ANPI, da LIBERA, dalla CGIL e dall’Unione degli Studenti.
L’obiettivo dell’Anpi nazionale è contribuire ad avviare la costruzione di una moderna rete antifascista di dimensione continentale in una fase di preoccupante espansione di forze razziste, nazionaliste, oscurantiste, neofasciste e neonaziste vecchie e nuove. In alcuni Paesi, come la Polonia e l’Ungheria, tali forze sono al governo e, in forme diverse, sono stati approvate modifiche costituzionali e sono già in atto restrizioni ai diritti politici, civili e sociali. L’iniziativa ha voluto dare al tempo stesso una risposta civile e  democratica all’inaugurazione della sede di Forza Nuova a Vittoria affermando il carattere e la storia antifascista della città.  Sono intervenuti Gianni Battaglia, presidente provinciale dell’Anpi che ha parlato di assurda proliferazione di sedi, anche se rappresentative di pochissimi individui nel territorio ibleo, di partiti di ispirazione dichiaratamente al disciolto partito fascista.
Andrea Gentile dell’Anpi di Vittoria è intervenuto parlando di decreto Salvini e di cosa questa legge sta producendo in termini di costo umano nei confronti dei migranti
 È intervenuto Vittorio Avveduto coordinatore di Libera parlando della di sconfiggere politicamente il razzismo partendo dalle coscienze di ognuno di noi.
Infine Peppe Scifo segretario generale Cgil di Ragusa è intervenuto affermando il valore di alta legalità di questa piazza, la legalità al più alto livello che significa rispetto della Costituzione. L’ Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro nata dalla Resistenza antifascista, ispirata a valori di solidarietà per cui leggi come il decreto sicurezza spingono in Paese nella direzione opposta. Per questo c’è la necessità di lottare per una Italia contro il razzismo e i fascismi riportando la battaglia a livello europeo. 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

tre × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.