Il Ragusa calcio non si fida del fanalino di coda Don Bosco. Raciti vuole massima concentrazione

0
242

“E’ la partita più difficile che ci troveremo ad affrontare da un mese a questa parte. Non mi fido della loro posizione in classifica. E, anzi, temo che un calo di concentrazione da parte dei nostri ragazzi, inconsapevole beninteso, possa suscitare qualche problema di troppo. Per cui, occhio perché sulla prossima gara non si può scherzare”. E’ deciso il tecnico dell’Asd Ragusa Calcio 1949, Filippo Raciti, nel sentenziare cosa occorra evitare in vista del prossimo incontro che gli azzurri giocheranno domani, sabato 8 dicembre, sul campo del Sant’Ippolito, a Piazza Armerina, con la Don Bosco 2000 di Aidone. “Hanno nove punti? – continua Raciti – non mi fido lo stesso. Incontreremo una squadra che non ha nulla da perdere e che, anche per questo motivo, ci potrà creare numerosi grattacapi. E, poi, non dimentichiamo che disputeremo l’incontro su un campo in terra battuta. E questo rischia di diventare una ulteriore limitazione per una formazione tecnica come la nostra. Spero soltanto, quindi, che la concentrazione da parte di tutti sia ai massimi livelli”. Tra l’altro, domani si potrebbe concretizzare anche l’operazione aggancio in testa alla classifica, visto e considerato che l’Enna osserverà un turno di riposo. “Devo dire la verità – prosegue Raciti – non ci penso neanche. I conti sono abituato a farli alla fine. Al momento dobbiamo solo pensare a vincere e a mettere altro fieno in cascina. Soltanto così saremo in grado di potere verificare se la qualità di questo gruppo, alla lunga, farà la differenza. Il campionato è ancora lungo. C’è tutto un girone di ritorno da giocare per non parlare di altre due gare della prima fase ancora da disputare. Per cui, mi sembra fin troppo prematuro parlare di queste cose. Andiamo avanti, gara dopo gara, per cercare di fare del nostro meglio”. Domani, Raciti dovrà rinunciare all’attaccante Furnò, squalificato per somma di ammonizioni. Per il resto, il gruppo è a disposizione e non mancheranno problemi di abbondanza per l’allenatore. “Ci siamo allenati in maniera intensa nel corso di questa settimana – aggiunge il tecnico – perché vogliamo essere pronti in vista della partita di sabato che, come ho già detto, non possiamo sottovalutare. Prenderla sottogamba sarebbe l’errore più grande che potremmo commettere”.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome