Modica: Differenziata disattesa. Controlli della polizia locale. Comminate altre sanzioni

15
2099

Prosegue l’azione di contrasto contro chi non rispetta le norme dell’igiene urbana nel territorio comunale. La polizia locale continua a visionare le immagini della videosorveglianza tesi a debellare il fenomeno del mancato conferimento dei rifiuti negli appositi contenitori della differenziata. La sezione “Giudiziaria”, diretta dal commissario Ignazio Bonomo, ha ultimamente visionato ben 75 filmati che hanno portato a sanzionare cinquanta inadempienti all’ordinanza sindacale n. 42750 or del 30/07/2018, nel periodo compreso tra il 29 ottobre e il 20 novembre scorso. Più in particolare 48 sono stati sanzionati con verbali di 50 euro ciascuno, mentre per due persone è scattata la sanzione prevista dall’ex art. 255 comma 1 dlgs n. 152/2006 che è di 600 euro. Tutti i trasgressori sono stati convocati presso gli uffici di Piazza Principe di Napoli e messi davanti alle immagini della videosorveglianza che rappresentano l’atto probatorio dell’infrazione. Gli interessati non hanno effettuato il conferimento nei cassonetti come prevede la regola per le utenze domestiche mentre i due sanzionati per 600 euro ciascuno avevano abbandonato rifiuti ingombranti nelle aree destinate al deposito di rifiuti provenienti da utenze domestiche. I controlli, visto il gran numero di cittadini che continua a non rispettare le regole in tema di ambiente, continueranno nei prossimi giorni.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

15 Commenti

  1. Premetto che sono favorevole alla differenziata e l’ho anche insegnata ai miei piccoli alunni: in classe avevamo tre contenitori per vetro, carta e plasica ed ogni fine settimana uscivamo per conferirla negli appositi cassonetti.

    Domanda: ma perchè non fare la differenziata dovrebbe rappresentare azione da multare?
    se è così chiedo di conoscere l’ufficio dove si deve ritirare la TESSERA PER IL PANE.

  2. Ok x le sanzioni
    Però dire agli operatori ecologici
    Su 4 con ndomini in via circonvallazione.ortesiana
    Hanno svuotato solo un quarto e gli altri tre quarti no.
    Se questo e servizio

  3. Secondo me è segno di rispetto e civiltà, nei confronti dei propri concittadini, conferire i rifiuti in maniera corretta. E trovo sia giusto anche comminare una multa a chi non osserva un’ordinanza del sindaco. Quello che invece non trovo corretto da parte delle istituzioni è la mancata sorveglianza verso l’azienda appaltatrice IGM che dovrebbe mantenere efficienza e rigore nello svolgimento delle mansioni di raccolta, e non di reporter, per cui è (a scapito del cattivo odore dei rifiuti) profumatamente pagata attraverso le tasse di noi cittadini. Cito un solo episodio a mio avviso gravissimo: i continui guasti al terminale preposto per la pesatura dei rifiuti che noi cittadini andiamo a conferire presso i punti mobili designati dall’IGM in calendario. Trovo avvilente e per nulla rispettoso, per noi cittadini che abbiamo la buona volontà di portare i rifiuti separati e imballati a dovere, sentirci dire che possiamo lasciare i rifiuti ma purtroppo senza poterli pesare per avere in cambio l’opportunità di avere sgravi sulla tartassante TARI. Un’azienda che si rispetti dovrebbe avere, per un appalto di una certa entità come quello per una città di circa 60.000 abitanti come Modica, talmente tanti mezzi, sia attivi che di ricambio in caso di guasti, che non dovrebbe creare disagio alcuno; e spezzo anche una lancia a favore dei dipendenti in arretrato con gli stipendi che in questo modo lavorano pure male.

  4. Vorrei sapere se corrisponde al vero, che chi fa le foto ai trasgressori, siano degli individui in uniforme, che negli ultimi tempi si vedono passeggiare per le strade cittadine, e da queste, nascono le sanzioni poiché dette foto, vengono successivamente consegnate al Comando della Polizia Municipale.
    Se fosse vero, ci troveremo davanti ad una illegalità mostruosa perché le infrazioni ai sensi della Legge 689/81 debbono essere rilevate e contestate, da un Agente di Polizia Giudiziaria e non da dei semplici cittadini seppur in uniforme.
    Potete rispondermi?

  5. @Emilio
    Se sei in buona fede, sei un perfetto ingenuo (detto senza offesa).

    La ditta IGM non è profumatamente pagata, tant’è che i dipendenti non vengono retribuiti regolarmente, ma è molto strano che la ditta non reclami presso il comune per i mancati trasferimenti delle somme, così come il comune non reclama con la ditta per i disservizi messi in essere.

    E questa cosa ha molti punti oscuri che meriterebbero chiarezza.

  6. @Ignazio… sono volutamente ingenuo; di un’ingenuità tagliente però, perché se leggi attentamente voglio semplicemente esprimere il mio disappunto per un servizio che potrebbe essere una ricchezza e che invece, come tutti i “virtuosismi pindarici” della PA, si traduce in disservizio prima e dissesto poi. Il mio intervento è una semplice equazione: tu mi offri correttamente il servizio e io rispetto i termini dello stesso, se il servizio, invece, è scarso o, peggio, inesistente, mi aspetto dall’amministrazione una decurtazione dalle tasse… In sintesi: voglio credere che si possa vivere un mondo migliore; perché guardare con amministrazione la civiltà di altri popoli quando potrebbe essere la nostra civiltà a fare da esempio !!!

  7. Non vedo come i cittadini potrebbero conferire i rifiuti in modo corretto quando i contenitori sono sempre strapieni, evidentemente perché non vengono svuotati. Quindi prima di fare partire le multe si dovrebbero mettere i cittadini in grado di potere conferire correttamente.

  8. D’accordo per la differenziata… siamo indietro decenni rispetto ad altre realtà del nord italia.
    Penso comunque che togliere dappertutto i bidoni del cosiddetto “secco” è una mossa nè furba nè corretta.
    I cittadini devono avere un punto di riferimento ove gettare la spazzatura non differenziabile, quando vogliono. Per alcuni può essere infatti a dir poco “scomodo” attendere i 2 giorni settimanali del ritiro, a volte pure disattesi per sciopero. Purtroppo alcuni, forse spazientiti, forse solamente incivili, risolvono gettando la spazzatura dove capita; hanno sì torto… ma forse non del tutto.

  9. Segnalo alla cittadinanza un episodio sgradevolissimo contro un cittadino corretto e rispettoso delle leggi:
    Due agenti della polizia municipale bussano alla sua porta e chiedono se è proprietario di una macchina di cui riportano la targa, alla risposta affermativa lo invitano al comando per fargli visionare un video in cui si vede chiaramente che il signore in oggetto depositava un sacchetto di rifiuti accanto ai cassonetti strapieni. Alla conferma della identità del soggetto in video gli comminano immediatamente una multa, comunicando che l’immediata conciliazione sarebbe stata di € 50,00, altrimenti poteva arrivare fino a € 500,00. Il malcapitato cittadino protesta civilmente spiegando i motivi di tale gesto e cioè: Ho portato il sacchetto presso i cassonetti della spazzatura traboccanti ed ho pensato che potevo sistemarlo accanto ad altri sacchetti già presenti, confidando che sarebbero stati prelevati durante l’imminente giro. Niente da fare, nessuna giustificazione viene accettata ed il cittadino, ubbidiente e rispettoso delle leggi, paga la multa di € 50,00. Personalmente considero tale multa un VERO FURTO.

  10. penso che le sanzioni sarebbero giustissime se il servizio funzionasse correttamente. Per quanto riguarda le utenze non domestiche i disservizi in zona sorda, stanno diventando un pesante fastidio. Non è possibile restare giorni e giorni con l’immondizia davanti alla porta. Penso sia anche una questione di igiene pubblica. Mai ricordo di aver visto la nostra città così sporca. Non si spazzano le strade, mancano i cassonetti nei marciapiedi. Davvero si vuole continuare a sanzionare senza avere un corretto servizio? L’amministrazione dovrebbe prendere subito provvedimenti, le opposizioni dovrebbero battere su questo tasto di continuo ed invece nulla di tutto ciò.

  11. Capisco il risentimento della signora Boscarino, le ricordo che mai ho inteso offendere le forze dell’ordine nè tantomeno aizzare alcuno, mentre lei si permette di denigrare PESANTEMENTE.
    ATTENDO RETTIFICA

  12. @Ignazio Giunta. Lei ha perfino scritto che le multe sono soldi rubati e siccome le
    Multe le fanno i vigili evidentemente sarebbero loro a rubarli ai cittadini. Anche questo può essere un’accusa pesante. Sul resto del mio precedente commento ammetto di essere stata presa da “un raptus” ma non era mia intenzione offenderla anche perchè personalmente non la conosco. Se ritiene che lo abbia fatto le chiedo scusa e spero che accetti.

  13. # Boscarino.
    La polizia municipale fa le multe in seguito all’applicazione di precise disposizioni da parte dell’amministrazione, e quindi non ruba soldi ai cittadini; ma ritenere le multe un furto a seguito di una disposizione ritenuta ingiusta è opinione discutibile, forse, ma legittima.

    Personalmente non avrei alcuna resistenza ad accettare le scuse, al contrario lo farei e lo faccio volentieri, il problema è dato dalla diffusione su facebook della sua affrettata calunnia.

    Smentisca ufficialmente e la pace trionferà, così come spero che l’amministrazione comunale cerchi le giuste soluzioni ad un problema che grava sui cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome