Ancora vane le ricerche del giovane pozzallese Alessandro Fede

0
1775

Nessuna traccia ancora del 28enne pozzallese Alessandro Fede, scomparso da venerdì e del quale è stata ritrovata l’autovettura seppure incidentata e della cui vicenda la nostra testata giornalistica ha dato per prima la notizia. Sono i carabinieri a guidare le ricerche ma tutte le forze di polizia sono allertate. Elicotteri, vigili del fuoco, e volontari della protezione civile battono palmo a palmo l’area a piedi con l’ausilio di unità cinofile. Fede, con un passato da pizzaiolo, è sparito nel nulla dopo un incidente autonomo avvenuto venerdì pomeriggio in contrada Bruffalori, nei pressi del passaggio a livello di Sampieri. L’auto è stata ritrovata in una stradina interpoderale poco trafficata, visibilmente ammaccata e con lo sportello aperto. Presumibilmente il giovane alla guida, per motivi da accertare, ha perso il controllo del mezzo, sbattendo contro il muro di cinta.
Stava rientrando a Pozzallo dopo una visita in ospedale per alcuni accertamenti, quando avrebbe avuto, intorno alle 17, l’incidente stradale. Non si sa se successivamente il 28enne si sia allontanato a piedi o se sia salito in macchina con qualcuno. Nell’auto sono stati ritrovati gli effetti personali. Si cerca ora di capire a quale cellula dei ripetitori in zona si è agganciato per l’ultima volta il telefonino del giovane, i cui genitori e il resto dei familiari sono ovviamente in pena per la sua sorte. Alessandro Fede al momento della scomparsa indossava jeans e maglietta rossa. Porta capelli corti, baffetti e pizzetto e occhiali da vista, oltre ad una serie di tatuaggi. I parenti hanno contattato tutti gli ospedali del territorio ibleo, ma invano. Alessandro Fede è conosciuto per essere un ragazzo con la testa sulle spalle, pieno di spirito di iniziativa e di voglia di vivere. Prima di sparire nel nulla, era uscito come al solito di casa a bordo della sua auto per sbrigare le sue cose e nulla di anomalo era stato avvertito dai genitori, che ora non si danno pace e non si spiegano cosa possa essere accaduto al loro figlio. Chi lo avesse visto o può comunque fornire informazioni utili al ritrovamento è ovviamente pregato di contattare le forze dell’ordine, anche in anonimato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

20 − 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.