Modica. Il sindaco: “La verità sull’acqua e sulle polemiche (dei soliti noti)”

9
3740

“Ancora una volta alcuni “politici” o “politicanti” che dir si voglia, mettono in giro notizie calunniose prive di ogni fondamento solo per infangare chi ogni giorno si sforza di mettere a disposizione servizi ai cittadini”. Così esordisce il Sindaco di Modica Abbate a proposito della vicenda pozzi d’acqua. “Purtroppo, afferma Abbate, questi personaggi non si sono ancora rassegnati alla sconfitta elettorale e continuano ciecamente nel loro atteggiamento che è già stato bocciato dai cittadini pochi mesi or sono. Tali cittadini vengono definiti sui social network ottusi e privi di coscienza solo perché non hanno appoggiato il loro modo di fare. Negli ultimi giorni si sono volute attribuire a questa Amministrazione responsabilità del passato ascrivibili a colori politici molto vicini agli stessi accusatori. Mi riferisco naturalmente alla questione dei pozzi d’acqua. Ad oggi questa Amministrazione non ha elargito un solo centesimo a nessun proprietario di pozzi presi in concessione negli ultimi sei anni. Forse hanno dimenticato che attualmente l’unico pozzo trivellato a gestione privata a prezzi, per usare le loro parole, esorbitanti è quello in c.da Michelica in prossimità di B&C Ceramiche che rappresenta anche la proprietà(candidata alle ultime elezioni con il Movimento 5 Stelle). Gli stessi hanno ricevuto l’affidamento diretto (senza gara e senza manifestazione di interesse) il primo giugno del 2012 dall’Amministrazione Buscema solo perché il pozzo si trovava in prossimità della condotta idrica e prendendo come riferimento economico quello del consorzio di bonifica che già metteva a disposizione del comune l’acqua (il prezzo dell’acqua fornita dal Consorzio di Bonifica (3,5 lt al sec) ha un costo di 0,95 a metro cubo per un ammontare annuo di 117.500 euro). 4500 euro di canone mensile più 0,30 centesimi iva esclusa ogni metro cubo di acqua fornito per una cifra annua che oscilla tra i 92 e 110 mila euro è invece il costo del pozzo di B&C. . Così facendo, cioè usando come riferimento un prezzo sicuramente superiore agli standard comunali precedenti, non hanno fatto altro che attestare come riferimento una fascia di prezzo superiore. Un secondo pozzo, sempre dato in affidamento diretto dall’Amministrazione Buscema, è stato dismesso dopo soli sei mesi perché non rispondente ai requisiti minimi della quantità di acqua necessaria. La nostra Amministrazione, continua Abbate, si è limitata, ad oggi, solo ad una manifestazione di interesse per individuare la disponibilità di altri pozzi a servizio di quartieri che attualmente sono privi di rete proprio per la mancanza di disponibilità idrica sufficiente. L’unico privato che ha partecipato al bando pubblico del 5 gennaio 2017 – conclude Abbate – ha dato la disponibilità per un prezzo ritenuto alto dai detrattori ma comunque inferiore rispetto a quello del pozzo di C.da Michelica e di quello del Consorzio di Bonifica. La fornitura sarà di 18 lt al secondo (quasi sei volte quello di B&C) con un costo di 0,30 più iva al metro cubo per una stima di 200 mila euro annui. Questi sono i numeri reali. Ai lettori e ai cittadini tocca trarre le proprie considerazioni. Abbiamo fatto trascorrere un po’ di giorni prima di intervenire direttamente perché volevamo vedere quanti opinionisti e politologi vari avessero preso la parola calunniando onesti lavoratori senza ritegno. Un’ enorme quantità di materiale è stata acquisita ed è ora al vaglio dei nostri legali in modo da dare loro la possibilità di portare queste accuse nelle sedi opportune e non sulla bacheca di Facebook”.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

9 Commenti

  1. Con una trasparenza totale non sarebbero le favolette. Il sindaco deve smettere agire ai limiti di opacità e pubblicare tutto, e noi possiamo giudicare le sue azioni.

  2. Sono le amicizie guaste che rovinano l’essere umano , specie se ci si fa trascinare nel vortice del “sono il meglio di tutti”.

  3. Bene, chiarissimo. Conosciamo nome e cognome, ripetuto più volte dal sindaco, della ditta che ha preso in affidamento diretto la fornitura dell’acqua a suo tempo B&C ceramiche. Ma la ditta che se le aggiudicato adesso? Possiamo conoscerla?

  4. Ma il movimento 5 stelle e Medica dove sono? Perchè non si attivano? Abbiamo visto un appunto che “solo” Medica può fare comunicati stampa, ma cavolo, perchè non attua la trasparenza della quale ha sempre parlato. L’onestà è questa signor Medica, pubblicare se qualcosa non va ed informare chi lo ha eletto. Se non fa questo… ma forse lei è un appartenete occulto della maggioranza… pensar male non è bene… ma come disse qualcuno… spesso ci si azzecca! Un saluto al consigliere Medica

  5. Visto che Buscema ha sbagliato , per meglio dire l’hanno consigliato con dolo (i soliti amici).
    Ad Abbate è concesso fare di peggio , sempre per il”bene”dei soliti amici .

  6. Gestire servizi essenziali (acqua , rifiuti , strade , trasporti , costruzioni , alloggi , cimiteri ed altro ) per i cittadini , può essere appetibile per il malaffare organizzato .
    E Modica non è immune da queste contaminazioni , a dire il vero non lo è mai stato .
    Questa amministrazioni però ha reso il tutto più spudorato . . .

  7. @ puppetta :
    Ogni tanto sono concorde con ciò che esprime . . .

    Il consigliere in causa”fa acqua”da tutte le parti .
    A mio parere va sollevato e defenestrato dai 5s per come si muove , pensate è stato isolato pure dall’opposizione perchè non fa opposizione quando dovrebbe .
    Certo ha qualcuno “esperto”dietro che lo telecomanda magistralmente , e forse gli cura(nell’ombra) la comunicazione .
    Il”qualcuno” è uno che ha fatto politica , sa comunicare , ed è bravo a camuffare la sua persona(lità..) , ma presto verrà a galla .

    Medica è in rotta di collisione con la componente più sana dei 5s , se non oggi sarà domani , ma imploderà senza se e senza ma .

    Al consigliere i migliori auguri di buon lavoro .

  8. Caro Gnazio, stu giru abbiasti a muoddu (a proposito di acqua).
    La delibera della Giunta comunale, n° 16 del 16 gennaio 2018 parla chiaro in riferimento alla “acquisizione in affitto degli impianti di sollevamento per attingere acqua potabile” dalla società Zaccaria Giuseppe srl.
    Perché quando ne parla non fa riferimento alla proprietà dei pozzi?
    Perché non fa chiarezza circa i costi (e non mi riferisco ai 0.30 per metro cubo) relativi alla manutenzione ordinaria e straordinaria, sommando i quali si superano di gran lunga quelli sostenuti fino ad ora?
    Qualcuno tempo addietro trasformava l’acqua in vino, ora mi sa ca pippinu la trasforma in milioni di euro da investire in pancetta croccante

  9. Perfetto! Per sua stessa ammissione -caro sig. Sindaco Abbate- il sig. Cartier ha perfettamente ragione. Tre pozzi pagati un “mare” di soldi. Questo è un primo punto che definirei politico e che mi intetessa molto. Poi ci sarebbe il secondo. Se pagato con dolo ad amici. Questo mi interessa meno perché con le mie tasse viene in parte pagata una istituzione che si chiama magistratura.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome