Calcio. Il Santa Croce sbanca Catania, vince e convince contro la San Pio X

0
531

Terza vittoria in campionato, seconda consecutiva, ma, soprattutto primo acuto esterno del Santa Croce nel massimo campionato regionale. Porta certamente bene al Santa Croce lo stadio “Bonaiuto Somma” di Mascalucia, che dopo la vittoria nella finale dei play off vinta contro il Terme Vigliatore, ha visto i biancazzurri fare bottino pieno contro una rivale concorrente alla salvezza. Il Santa Croce rispetto alle altre gare esterne ha badato al sodo, accantonando la spettacolarità delle giocate, ma attuando un gioco di ripartenza per colpire cinicamente. Con questa vittoria i Biancazzurri si attestano nella “confort zone” della classifica del girone B di Eccellenza, ma, mister Lucenti tiene a precisare che la strada verso la salvezza è ancora troppo lunga e piena di insidie. “La gara è stata difficile come me l’aspettavo. – dice mister Gaetano Lucenti – Abbiamo sofferto, abbiamo stretto i denti, abbiamo giocato di ripartenza e, soprattutto, nel primo tempo potevamo fare sicuramente più male ai nostri avversari. Nel secondo tempo abbiamo preso un gol “strano” che ci ha disorientato per una decina di minuti, ma, fortunatamente abbiamo trovato gli equilibri e siamo riusciti a portare in porto una vittoria che per noi è fondamentale per il proseguo del campionato. Penso che se l’atteggiamento della squadra nella gare in trasferta diventerà cattivo e cinico e se riusciremo a soffrire e a stringere i denti come abbiamo fatto oggi, qualche altra soddisfazione fuori casa potremo prendercela e tutto diventerà più semplice. La strada giusta è quella che abbiamo imboccato oggi, – continua Lucenti – ancora, però, non abbiamo fatto nulla, perché il campionato è ancora lungo e quindi cercheremo di lavorare giorno dopo giorno per limare ancora di più gli errori che commettiamo. C’è stato oggi da parte nostra, rispetto ad altre partite, meno gioco, ma, quello che importava era il risultato e i ragazzi lo sapevano già prima della partita che dovevano fare una gara di sacrificio contro una squadra che aveva l’acqua alla gola. Quindi, i complimenti vanno ai ragazzi che hanno interpretato bene la partita e che hanno portato a casa questi tre punti che ci fanno guardare il futuro con fiducia”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

undici − 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.