Approvato il Milleproroghe, scippo dei fondi per metroferrovia di Ragusa. “Si vergogni l’on. Campo. Spieghi le ragioni”

5
1312

“Passa il milleproroghe. Anche alla Camera dei deputati. E, di conseguenza, spariscono i 18 milioni di euro per la realizzazione del progetto della metroferrovia di Ragusa. E, quel che è più grave, che non una sola parola è stata sollevata in proposito dalla Giunta Cassì né da altri deputati regionali, a parte l’on. Dipasquale, che pescano voti e sostegni anche nella nostra città. Ma stiamo scherzando?”. E’ la riflessione che arriva dalle massime espressioni del Partito Democratico in città, a cominciare dal capogruppo del Pd al Consiglio comunale, Mario Chiavola, che, assieme al segretario cittadino Giuseppe Calabrese, puntano il dito su quello che viene definito lo “scippo del bando periferie” ad opera del governo nazionale Lega-M5s. “Dopo anni, finalmente – sottolineano Chiavola e Calabrese – il Governo Renzi era riuscito a individuare fondi importanti per il recupero di progetti di ampio respiro. Tra questi anche la metroferrovia a Ragusa per la quale, nelle settimane scorse, era stata addirittura sottoscritta la convenzione tra il Comune e Trenitalia. A fronte di tutto ciò, quando l’intera popolazione ragusana si era messa d’impegno a percorrere soluzioni praticabili, arrivando perfino a costituire la Società per la mobilità alternativa, si registra un clamoroso passo indietro causato dal nuovo governo. Una circostanza già di per sé assurda resa ancora più paradossale dal fatto che nessuno dei rappresentanti delle istituzioni, a cominciare dal sindaco Cassì, ha ritenuto opportuno fare sentire la propria voce di sdegno. Solo il deputato regionale del nostro partito, l’on. Nello Dipasquale, ha manifestato tutta la propria indignazione a fronte di un vero e proprio torto subito ai danni della nostra città e si sta già dando da fare all’Ars per cercare di trovare una via sostenibile che consenta di recuperare il maltolto. Si vergogni, invece, l’on. Stefania Campo che, a Ragusa, ha preso quasi 4.000 voti e che si ostina a non spiegare le ragioni per cui il suo partito ha operato uno scippo così pesante e fraudolento nei confronti della città, non chiedendo conto e ragione. E’ davvero assurdo quanto accaduto. Ancora una volta la città di Ragusa è stata penalizzata, stavolta ad opera di un governo nazionale che, come primo atto, ha ritenuto opportuno varare un decreto milleproroghe che ha creato ovunque profondo imbarazzo e dissenso. Non è questo il futuro che vogliamo. E come Pd faremo sentire la nostra voce di protesta nei luoghi istituzionalmente consoni per cercare di recuperare le somme necessarie a realizzare la metroferrovia che Ragusa attende da decenni”.

5 Commenti

  1. La metro che si doveva realizzare a Ragusa è già obsoleta se messa a confronto con il super treno che potrebbe percorrere il tratto Ragusa/Palermo in venti minuti. E allora perché realizzarla?Mi sembra giusto non buttare soldi per cose inutili o per orgoglio.

  2. poi tra la fase di progettazione a quella di realizzazione, diventerebbe da un’opera obsoleta a un’opera da museo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

11 − dieci =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.