Ispica. Ricettatori di tecnologia rubano anche la corrente: 2 arrestati dai Carabinieri

1
2104

I Carabinieri delle Stazioni di Pozzallo e Marina di Modica hanno tratto in arresto in flagranza per furto aggravato di energia elettrica, ricettazione e false generalità fornite all’autorità due cittadini stranieri, entrambi irregolari sul territorio dello Stato.
L’attività dei militari dell’Arma inquadrata nell’ambito dei serrati controlli ordinati dal Comando Provinciale di Ragusa, sulla fascia costiera, tutt’ora interessata da flusso turistico vivace, è iniziata nel territorio di marina di Marza, nei pressi di un’abitazione ove venivano segnalati movimenti sospetti. Infatti, la perquisizione dei Carabinieri ha portato a scoprire un allaccio abusivo alla rete elettrica, che ha permesso agli arrestati, in affitto nell’appartamento da alcuni mesi di non pagare la corrente elettrica. L’operazione veniva compiuta con il supporto tecnico dei tecnici della ditta di dispacciamento dell’energia elettrica. La minuziosa attività permetteva di scoprire la presenza di sei cellulari di provento illecito ed un tv led ricettato, per un valore complessivo di circa 2500 Euro. Inoltre i Carabinieri stanno mettendo in atto le procedure per restituire i cellulari ed il tv color ai legittimi proprietari, che ne hanno subito il furto nei mesi scorsi nella cittadina marinara. I due ragazzi perquisiti hanno fornito inizialmente false generalità ai militari operanti, ma, grazie agli avanzati sistemi di identificazione che collegano ogni Compagnia dei Carabinieri al Casellario Centrale d’identità del Ministero dell’Interno, è stato possibile riscontrare la reale identità dei soggetti.
Al termine delle operazioni i Carabinieri hanno arrestato Ben Janet Salim, tunisino di 32 anni con precedenti, e Ibrahim Said Ibrahim, 49 anni, algerino con precedenti. Gli stessi sono stati tradotti alla casa circondariale di Ragusa in attesa di giudizio, a disposizione del P.M. di turno, Scollo.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome