L’occhio di giornali e siti letterari internazionali sulla poesia di Domenico Pisana

0
948

Prosegue l’attenzione di giornali e siti letterari internazionali sul Presidente del Caffè Letterario Quasimodo di Modica, Domenico Pisana. A giugno sulla pagina di Madrid de “Il Giornale Italiano de Espana” era uscita una recensione critica a cura della poetessa italo-spagnola Elisabetta Bagli sulla silloge di Pisana “Tra naufragio e speranza”; nel luglio scorso era stato il Giornale on line “L’ItaloEuropeo Independent” di Londra, ad occuparsi del “poeta di Modica”(così titolava il quotidiano), con una intervista a Pisana a cura di Valeria Piccioni nella rubrica “Il personaggio del mese”, già visionata da oltre 4000 lettori.
In questi giorni altre due siti letterari tornano ad occuparsi della poesia di Domenico Pisana. Il primo è il sito letterario www.bonsaistories.gr/category/stories-and-poems/, ove la poetessa greca Sofia Skleida, che è nata ad Atene, che ha studiato Filologia presso l’Università di Atene, conseguito il Master in pedagogia e il Dottorato in Educazione Comparata presso l’Università di Atene, nonché studiosa del Greco antico e moderno e già traduttrice presso l’Ambasciata greca, ha curato la traduzione di una poesia di Pisana , tratta dalla raccolta “Tra Naufragio e speranza”.
Il secondo sito letterario ad occuparsi dell’autore modicano è quello inglese atunispoetry.com/2018/08/29/domenico-pisana-italy/ , ove per iniziativa e segnalazione della poetessa pugliese Claudia Piccinno, laureata in Lingue e Letterature straniere, autrice di numerose raccolte poetiche e di poesie tradotte in spagnolo, cinese, arabo, azero, francese, turco, sono state pubblicate alcune poesie di Pisana tratte dalle sillogi “Guardando lembi di cielo” e “canto dal Mediterraneo”.
“Ringrazio le poetesse Elisabetta Bagli, Sofia Skleida e Claudia Piccinno – afferma Domenico Pisana – per questa loro spontanea attenzione, perché dando spazio alla mia poesia nei siti letterari con i quali collaborano mi offrono la possibilità di allargare l’orizzonte della mia attività poetica e letteraria, ponendo le basi per creare ponti di collegamento culturale con la mia Modica, città di storia e di cultura nonché di attivare confronti internazionali attorno alla poesia, che non è passatempo ma una forza propulsiva capace di “rifare l’uomo dentro” direbbe Quasimodo. Se dal punto di vista tecnologico e scientifico, – prosegue Pisana – l’uomo pare abbia tutte le possibilità per essere felice, in realtà è spesso un “felice infelice”. L’uomo contemporaneo è un naufrago; naufragano le sue relazioni, i rapporti che intrattiene, i valori, naufraga la nostra stessa Europa che vive una dimensione di perdita. Bisognerebbe rifare l’uomo, è questo quello che penso. E scrivo le mie poesie sognando un Secondo Umanesimo, sperando che l’uomo possa riscoprire la sua umanità e quindi l’altro”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

2 × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.