Modica, la Maggioranza: “Opposizione Consiliare, in scena l’atto II”

Appena due sedute ed al consiglio comunale di Modica è già guerra aperta tra maggioranza e opposizione. Il primo gruppo, dopo la seduta consiliare di mercoledì scorso, va all’attacco degli avversari: “Per la seconda volta consecutiva – dice la maggioranza consiliare – assistiamo al teatrino messo in campo da una parte dei consiglieri di opposizione che evidentemente hanno scelto sin da subito questa linea di comportamento per il nuovo mandato. Oggi sono arrivate le nuove dimissioni dei consiglieri Spadaro, Castello, Agosta, Carpentieri e Poidomani dai loro incarichi nelle varie commissioni. Trincerandosi dietro una presunta violazione del Regolamento Comunale, i suddetti consiglieri continuano di fatto a bloccare i lavori del Consiglio e di conseguenza il normale svolgimento della vita democratica della Città. Purtroppo non avranno mai l’onestà intellettuale di ammettere che dietro queste dimissioni ci sono ambizioni personali nel voler far parte di questa o quella particolare commissione, al fine di recuperare, chissà come, una visibilità politica (o forse personale!) persa con il risultato elettorale. Va dato atto, invece, che altri consiglieri di opposizione, scevri evidentemente da ambizioni personali, sin dal primo momento si sono detti pronti a lavorare per il bene della Città rispondendo così al mandato che i cittadini gli hanno assegnato solo lo scorso mese. I cinque firmatari delle dimissioni, da consumati mestieranti della politica, ci hanno già annunciato che si dimetteranno all’infinito ogni volta che verranno nominati nelle commissioni. In tal modo vogliono colpire la maggioranza ma in realtà ad essere danneggiati sono soprattutto i cittadini modicani, costretti ad assistere all’alba di un nuovo mandato consiliare ad uno spettacolino degno dei peggiori teatri di provincia. E’ evidente come questa loro azione consiliare sia la naturale prosecuzione della rissosa e arrabbiata campagna elettorale che è stata sonoramente bocciata dai modicani. Una strategia che vorrebbero portare tra gli scranni di Palazzo S.Domenico. Ma non ci riusciranno neanche questa volta. A questo punto, per uscire da queste sabbie mobili in cui i cinque dissidenti ci hanno trascinato, chiederemo al Segretario Generale nella sua figura di garante del Consiglio Comunale, di informare l’Assessorato agli Enti Locali della gravità dell’accaduto”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI