Parco degli Iblei. Visita dell’on. Stefania Campo al Commissario Piazza per accelerare iter per definitiva istituzione

0
410

Il Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Salvatore Piazza, ha ricevuto oggi la visita della parlamentare regionale Stefania Campo che ha voluto fare il punto sull’iter burocratico ed amministrativo per la definitiva istituzione del Parco degli Iblei in modo che il Ministero dell’Ambiente emetta il decreto definitivo. L’iter per arrivare alla nuova perimetrazione è a buon punto perché sia il Libero Consorzio Comunale di Ragusa – che ha esercitato anche le funzioni di segreteria tecnica sulla questione, su indicazione del precedente assessore regionale all’Ambiente – che il Libero Consorzio Comunale di Siracusa hanno già proceduto a deliberare la nuova perimetrazione per quanto di competenza recependo osservazioni dei Comuni interessati e delle associazioni ambientaliste. Manca solo la deliberazione della Città Metropolitana di Catania, che non si è espressa e che riguarda esclusivamente una piccola porzione di tre comuni etnei: Militello Val di Catania, Vizzini e Licodia Eubea. Il Commissario Piazza che è stato informato dell’iter finora seguito dall’ex dirigente e attuale consulente Vincenzo Corallo si è impegnato ad avviare un’interlocuzione col sindaco della Città metropolitana affinché si possa chiudere al più presto l’iter. “L’ex Provincia – ha detto Piazza all’on. Campo e ai promotori del comitato istitutivo del Parco Renzo Lo Presti e Vincenzo Cascone – è stata sempre parte diligente e propositiva in questo processo di istituzione del Parco in cui crede fermamente”.
“Il Parco Nazionale degli Iblei – ha affermato l’on. Stefania Campo – ha una evidente importanza strategica ed economica non solo per la nostra provincia ma per l’intera Regione ed è quindi quanto mai importante che si possa celermente arrivare alla sua istituzione definitiva. In tal maniera il Parco rappresenterà un moderno e lungimirante volano di sviluppo, anche per nuove attività lavorative ed imprenditoriali, di qualità e in sintonia con le prospettive di sostenibilità, oltre che un ulteriore strumento di tutela del nostro territorio”
“L’iter, per la complessità burocratico-amministrativa, non ha ancora trovato – ha aggiunto la parlamentare del M5S – la parola fine, ma da qualche mese abbiamo provveduto a sollecitare l’attenzione della Regione Siciliana ed in particolare è iniziata una interlocuzione con l’assessore Cordaro affinché sia raccolta la documentazione integrale necessaria per essere subito dopo trasferita al Ministero dell’Ambiente. Una volta che la Regione avrà acquisito anche la deliberazione della Città Metropolitana di Catania ci attiveremo nei confronti del Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, per chiudere definitivamente questo percorso e aprire il nostro territorio ad una nuova prospettiva di crescita turistica, economica e culturale”.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome