Modica: Contrasto all’abusivismo commerciale. Operazione congiunta tra polizia locale e guardia di finanza al mercato merceologico

1
1673

Operazione congiunta stamattina della Polizia Locale e la Guardia di Finanza della locale Tenenza, disposta dal Questore di Ragusa, Salvatore La Rosa, e coordinata dai comandanti Rosario Cannizzaro e Alessandro Salvatore, presso il mercato merceologico di Piazzale Caitina, mirata al controllo della legalità da parte dei commercianti.
Nel corso dei controlli, iniziati di prima mattina, sono stati individuati e sanzionati tre operatori per omessa installazione di misuratori fiscali. E’ stato eseguito il sequestro e la confisca di merce deperibile(fagiolini, cipolle, cavolfiori, peperoni, melanzane e pomodori)che erano in vendita per opera di un ambulante di Santa Croce Camerina perchè sprovvisto delle previste autorizzazioni amministrative. Di concerto col sindaco, Ignazio Abbate, i prodotti sono stati donati alle Suore della Casa di Riposo Cusumano(ex Boccone del Povero del Povero), al Quartiere Dente. Un altro ambulante è stato sanzionato secondo l’art. 20 del Codice della Strada, occupazione abusiva di suolo pubblico. Nel corso dei controlli, sono stati diversi gli ambulanti abusivi che, spontaneamente, si sono allontanati prima di essere generalizzati. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

1 commento

  1. Ci voleva la disposizione del Questore di Ragusa, Salvatore La Rosa, presso il mercato merceologico di Piazzale Caitina, mirata al controllo della legalità da parte dei commercianti.
    Ma tanti altri l’hanno fatto franca andando via con il passaparola, ma se volevano fare veramente un bliz a dovere, basta che bloccavano le vie di ingresso e di uscita, controllando uno ad uno.
    E’ stato più un controllo formale… di avvertimento e non di soppressione reale all’abusivismo commerciale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome