Ragusa. La scerbatura delle aree pubbliche del territorio comunale garantita per tre anni

0
350

Iniziati da una settimana a Marina di Ragusa i lavori di scerbatura delle diverse aree e della manutenzione del verde pubblico. Tra gli interventi già attuati dall’impresa Sicilville, aggiudicataria per la durata di tre anni dei lavori di sfalcio e diserbo delle aree a verde del territorio comunale per un importo complessivo di € 608.870,56 oltre IVA, rientra anche la sistemazione della villetta di via Pantelleria che è stata completata. Sempre a Marina sono stati eseguiti i lavori di scerbatura delle aiuole esistenti sul marciapiedi del Lungomare Andrea Dora, nel tratto compreso tra piazza Malta e l’area dell’ex depuratore e sono iniziati anche analoghi interventi lungo lo spartitraffico di via Caboto. A Ragusa invece sono già stati completati presso la villetta di via Stiela i lavori di pulizia generale delle aiuole e dei viali.
Ad essere interessate alle operazioni di sfalcio e diserbo delle aree comunali saranno dunque numerose strade della città e di Marina di Ragusa, località balneare in cui l’impresa aggiudicataria dello specifico intervento si è occupata anche del taglio del prato inglese e delle siepi presenti sul Lungomare Andrea Doria.
Il Servizio verde pubblico ha definito un piano di lavoro con un primo lungo l’elenco delle vie cittadine che quanto prima saranno sottoposte a tali interventi. Tra queste figurano: viale delle Americhe, via Schifani, via Dolomiti, via Forlanini, via Montecencio, via Bellarmino, via Falcone, via Canova. via Cagini, via Pio La Torre, viale Europa, via Licitra, via Mongibello, Via Olanda, via Impastato. A Marina di Ragusa si interverrà in prima battuta su via Pantelleria, via Matteo Ricci, Via Lo Iacono, Via Ottaviano, via Camogli.

Questo tipo di lavoro che è stato nel passato svolto dall’impresa che si occupava del servizio di igiene ambientale è stato quindi affidato, con un diverso appalto, ad un’impresa che si preoccuperà della pulizia delle aree a verde pubblico e della sua manutenzione in maniera costante per tre anni del servizio.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome