Amministrative, disabile escluso dal voto: tensione in un seggio di Modica. L’Anffas non ci sta

2
2617

Ci sono stati momenti di tensione in un seggio elettorale in occasione delle elezioni Amministrative di Modica quando un giovane disabile si è presentato nel proprio seggio per votare ma la presidente si è trovato in difficoltà poichè il certificato d’invalidità presentato dal padre del giovane non era recente. È intervenuta la Polizia che ha riportato la calma e dopo un chiarimento tra la presidente del seggio e il genitore del disabile, alla fine il giovane ha votato.
“Oggi è stato violato un diritto – reagisce il presidente dell’Anffas di Modica, Giovanni Provvidenza – . Una presidente di seggio, non ha voluto fare votare uno dei nostri ragazzi. Anche se il genitore aveva portato con se la legge 104 e il verbale del tribunale che attestava la tutela del padre. Il ragazzo aveva già votato sia per le regionali, per le nazionali. Era assurdo non farlo votare adesso. Con insistenza del genitore, con la collaborazione della gente. Il ragazzo lo hanno fatto votare”.

2 Commenti

  1. Con tutto il rispetto per i presidenti di seggio e gli scrutinatori ma in diverse occasioni ho notato persone non molto preparate per il compito loro assegnato.Forse sarebbe il caso di selezionare queste persone invece di andare x sorteggio.Ripeto non mi riferisco a tutti,ma spesso si trovano persone impreparate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

4 × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.