Migranti. Braccio di ferro Malta-Italia. Vince l’Isola dei Cavalieri

6
1936

Il braccio di ferro Malta-Italia per lo sbarco di 232 migranti soccorsi dalla unità navale tedesca Sea Watch si è concluso, dopo tre giorni, con la vittoria di Malta.
Le proteste del ministro dell’Interno Salvini non sono servite a nulla. Malta, che non ha mai voluto saperne di accogliere migranti a casa sua, è stata irremovibile anche questa volta. Storia vecchia che l’Europa conosce benissimo.
A questo punto è giusto dirla tutta. Matteo Salvini, quello che in campagna elettorale sull’argomento migranti abbiamo sentito tuonare in Tv e su tutte le piazze d’Italia, avrebbe agito diversamente.
“Caro collega maltese – avrebbe detto – le consegne del progetto “Frontex Themis” chiare e lampanti, vanno rispettate, per cui, essendo Malta il porto sicuro più vicino rispetto al punto di soccorso in mare effettuato dalla nave tedesca Sea Watch, è vostro dovere accogliere i migranti salvati dalla nave tedesca. Inutile tergiversare. Gli accordi vanno rispettati. Non darò mai lo sta bene per l’approdo della nave in un porto italiano. Il tuo Paese non vuole sentire ragione? Noi neanche. A questo punto o la nave attracca in un vostro porto oppure, per quanto mi riguarda, può tranquillamente proseguire il viaggio verso la Germania. Anzi, chiamo ora stesso il collega tedesco per rappresentargli la legittima presa di posizione del nostro Paese in ossequio al progetto europeo Frontex Themis che voi non volete rispettare”.
Matteo Salvini, ministro della Repubblica, non avendo agito con la coerenza che i suoi elettori si aspettavano, ha molto probabilmente perso l’occasione per creare un casus belli che avrebbe posto Malta, la Germania e l’Europa di fronte a responsabilità ben precise.
Intanto, giusto per complicare le cose, considerato che il presidente della Camera Roberto Fico proprio oggi ha espresso la sua solidarietà personale nei confronti delle navi messe a disposizione dalle Organizzazioni non governative, che Salvini definisce “taxi del mare”, sull’argomento migranti tutto diventa maledettamente più difficile.

6 Commenti

  1. Esempio lampante di quanto le due formazioni politiche al Governo abbiano diverse posizioni contrastanti e di quanto impossibile sia mantenere gli impegni del programma. Un incoraggiante inizio!

  2. Una cosa è la campagna elettorale un altra cosa è essere ministro dell’interno.Salvini non potrà mai rispettare le promesse fatte in campagna elettorale perché nella realtà non si possono mantenere.Risultato:la solita presa in giro nei confronti degli Italiani.

  3. Adesso tutti a criticare Salvini, dopo anni e anni di invasione. La bacchetta magica non esiste bisogna avere pazienza. Se domani Salvini chiuderà i porti vorrei sentire le vostre opinioni…..che strano questo nostro paese, Malta e l’Europa, con ammissione della stessa Merkel, e da una vita che ci prendono in giro e nessuno mai se ne era accorto….oggi invece tutti ad attaccare Salvini….che bravi che buoni….

  4. Se la nave arriva davanti le nostre coste passerà tempo ma dovrà attraccare. Con centinaia di persone a bordo non potranno resistere a lungo. Ho si interviene a lvello normativo o non se ne fa niente

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

sedici + dieci =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.