Abbate. “A Modica Una scuola per tutti e di tutti”

1
1212

“La cultura non è quella nella scuola, è il senso civico,è il fare politica la vera cultura”. Il sindaco, Ignazio Abbate, replica alle accuse lanciate dal suo principale avversario il prossimo 10 giugno. “Dopo la Chiesa assoggettata al sottoscritto e le forze dell’ordine che non servono, abbiamo appreso, dall’ultimo comizio del candidato Poidomani in Piazza S.Giovanni, che a scuola non si fa cultura. Siamo rimasti senza parole ascoltando queste affermazioni pronunciate da un candidato delle liste accanto a Salvatore Poidomani. Quindi – dichiara il Sindaco – secondo le farneticanti dichiarazioni probabilmente dettate dal forte caldo di domenica mattina, la vera cultura non si fa a scuola, basta avere senso civico. In pochi secondi si è sminuito il lavoro di centinaia di docenti e di dirigenti scolastici vanificando tutti i sacrifici che famiglie e studenti fanno ogni giorno per garantirsi un futuro. Questo è il programma scolastico che quella coalizione rappresenta o è solo l’opinione di un singolo? Nel nostro programma, così come è stato sempre in cinque anni, il mondo scolastico ha un ruolo di primo piano perché riconosciamo (sarebbe impossibile non farlo) l’importanza primaria che la scuola ricopre per la formazione culturale dell’individuo. Costruzione di nuovi plessi, dotazione di arredi ed attrezzatura, trasporto bus e servizio mensa, cofinanziamento a viaggi d’istruzione e progetti formativi hanno rappresentato altrettante azioni positive in una visione dinamica della sussidiarietà orizzontale. Per i prossimi cinque anni abbiamo programmato un confronto continuo con i Dirigenti Scolastici, docenti alunni e personale ATA per assicurare i livelli essenziali delle prestazioni e dei servizi per garantire le manutenzioni ordinarie e straordinarie per contribuire all’arricchimento dell’offerta formativa. E’ previsto un sostegno concreto alle famiglie nelle spese di trasporto per gli studenti degli Atenei siciliani (Catania, Palermo, Messina, Enna) anche attraverso convenzioni dedicate con l’AST. La fruizione della Biblioteca Comunale con appuntamenti strutturati all’inizio dell’anno scolastico di concerto con gli Istituti Scolastici. Letture animate, laboratori linguistici, concorsi ed eventi culturali vedranno protagonisti alunni e studenti di tutte le scuole della Città”.

1 commento

  1. Caro Signori Sindaco l’ho già detto commentando un altro articolo è lo ridico:
    non sarebbe il caso di informare il suo diciamo diretto concorrente alle prossime elezioni “CA A SPUNSATA A MATINA SANA FARI CO’ LATTI E SANA MANCIARI ALL’ UMMIRA PICCHI U SULI E’ FOTTI!!!!”
    Cose dell’altro mondo….Invece di presentare un programma valido si spara a zero contro tutti….

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

4 × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.