Grassiccia denuncia lo stato organico della pediatria dell’Ospedale Maggiore

Ieri sera in una comunicazione ufficiale al consiglio comunale, il consigliere Peppe Grassiccia ha nuovamente ripreso un argomento già trattato circa sette mesi fa quando denunciò lo stato carente di medici nel reparto di pediatria dell’ospedale Maggiore di Modica: “Sono amareggiato e sconcertato di come possa esistere un reparto così carente di personale medico in un ospedale così importante che racchiude un vasto bacino di pazienti visto che a Modica arrivano anche dalle città limitrofe. Circa sette mesi fa ho fatto appello al Sindaco di creare un incontro con il neo insediato direttore generale dell’Asp di Ragusa, Ficarra. Da una serie di incontri il primo cittadino ha esternizzato la mia richiesta che a sua volta ha avuto un provvisorio seguito, ma da qualche mese ad oggi la situazione è tornata grave. Il reparto di Pediatria non può essere gestito da soli quattro medici per ricoprire i turni di mattina, pomeriggio e notte. Addirittura la notte i medici non sono presenti in reparto ma solo reperibili. In parole povere una donna gravida di due gemelli non potrà partorire a Modica né di pomeriggio né di notte perché il personale medico non è presente. Per i parti di un solo neonato il pomeriggio invece è possibile, ma il medico di turno deve lasciare il reparto di pediatria per recarsi in sala parto e non può ovviamente coprire il proprio ruolo correttamente. La pediatria urge di almeno tre unità mediche e quindi raggiungere le sette unità. Per fortuna il personale medico sia della pediatria e sia della neonatologia è davvero competente ed efficace, ma i miracoli non penso siano alla loro portata. Nell’appello che denunciai mesi fa cambiò qualcosa infatti solo per qualche mese i turni di notte venivano effettuati da medici degli ospedali vicini, ma il tutto fu una favola che durò poco e nulla. Penso che il direttore Ficarra abbia cose molto più importanti di cui occuparsi che “punire” il direttore Bonomo, anche perché tutti questi capricci burocratici sono a discapito dei poveri pazienti dell’ospedale. Mi aspetto una drastica e immediata tempestività, perché sulla salute non si scherza, e quando parliamo dei bambini soprattutto”.”

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI