Omicidio Loris, Veronica Panarello deve avere notizie del suo secondogenito

0
1016

Veronica Panarello, ma madre che, secondo i giudici, ha ucciso il figlio Loris a Santa Croce Camerina, ha diritto ad avere informazioni e immagini sul suo secondogenito. E’ quanto stabilito dalla Corte d’Appello di Catania, sezione Famiglia, che ha accolto il reclamo del difensore della donna, l’avvocatessa Pia Giardinelli, dopo la decisione dello scorso mese di gennaio che vietava qualsiasi contatto, anche semplici informazioni, alla Panarello, sul suo secondogenito “perché detenuta e per il rapporto familiare conflittuale».

Il Collegio ha disposto invece che la donna ha «diritto ad avere informazioni, immagini, video e foto» del piccolo. Veronica Panarello è stata condannata a 30 anni di reclusione per omicidio e occultamento di cadavere dal Gup di Ragusa.

Il delitto risale al 29 novembre 2014.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

14 − 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.