Consegnata alla Città di Modica la nuova scuola “Poidomani”

2
4415

Nonostante il meteo, tantissime persone hanno partecipato questa mattina all’inaugurazione della nuova Scuola “Poidomani” di Via Sulsenti. Una delle opere più importanti (ed impegnative) realizzate durante l’attuale Amministrazione, nata all’indomani dell’insediamento di Ignazio Abbate che venne a conoscenza di questa grande opera incompiuta. Da allora è diventata una priorità amministrativa, prima la “caccia” al finanziamento e poi lo svolgimento dei lavori fino alla loro conclusione e consegna. La palestra rinnovata, il nuovo campetto di calcetto, gli anfiteatri e gli spazi a verde per fare della scuola anche un centro polisportivo a disposizione dell’intera comunità modicana. E soprattutto il nuovo plesso che accoglie le aule scolastiche. L’edificio si chiamerà “Plesso Stefano Bombardamento”, in memoria dello sfortunato ragazzino caduto da un lucernaio nel 2013 mentre giocava con gli amici che ha lottato per ben tre anni prima di arrendersi. Alla scopertura della targa era presente anche la famiglia Bombardamento con la sorellina Paola che ha letto un commovente messaggio scritto dai propri genitori in memoria di Stefano. L’utilizzo del plesso permetterà il trasferimento di diverse classi, attualmente ospitate in altre sedi prese in affitto dal Comune, e, quindi, un notevole risparmio per le casse comunali. Il Sindaco ha “aperto” la mattinata lasciando la propria impronta sul muro d’ingresso in mezzo a quelle di tutti i bambini che frequentano l’istituto diretto da Concetta Spadaro. “Quando ci siamo insediati abbiamo trovato una situazione, circa l’edilizia scolastica, disastrosa. Ricordo che il primo intervento ha riguardato il dissequestro del plesso centrale di S.Marta, una struttura quasi abbandonata che sembrava destinata alla chiusura definitiva. Oggi chiudiamo idealmente questo cerchio con l’inaugurazione di questa nuovissima struttura. In mezzo cinque anni di lavori in tutti gli edifici scolastici, abbiamo cercato di fare il massimo per dotare Modica di un patrimonio edilizio scolastico di livello. La cittadella scolastica   è il fiore all’occhiello di questa politica, l’ultimo tassello che abbiamo inserito in questi primi cinque anni di governo”.

2 Commenti

  1. Leggo testualmente ” l ultimo tassello dei nostri primi cinque anni ” pertanto deduco che ce ne saranno altri cinque . Modicani siete stati avvisati !!!

  2. @perplesso: anche se dovesse essere rieletto non credo che potrà apporre tanti altri tasselli; forse qualche “tassello” lo riceverà lui.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

8 + 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.