Ragusa. Affidati a scopo di adozione 17 cani del rifugio sanitario comunale ad un’associazione di volontariato e due canili

0
1148

Nell’ambito dell’avvio della campagna di lotta al randagismo l’Amministrazione comunale con un apposito atto di indirizzo approvato nel 2015 ha previsto la possibilità di trasferire gli animali ricoverati presso il canile sanitario, a scopo di adozione, presso siti di accoglienza di privati cittadini o associazioni di protezione di animali o altri canili rifugio in cui è maggiore la richiesta di adozione di cani randagi.
In questa direzione va la determina dirigenziale del Settore I – Affari Generali del comune di Ragusa con cui si è deciso di dare in affidamento ad una associazione di volontariato onlus ed a due canili rifugio alcuni degli animali ricoverati presso il canile sanitario comunale. In particolare all’associazione di volontariato RIS-PET onlus si affidano a scopo di adozione n 5 cani, a fronte di un unico compenso di € 500,00, al canile rifugio “Agrilia” n. 2 cani, a fronte dei un compenso di € 200,00 ed al canile “Il Giovanetto” n. 10 cani, a fronte del compenso di € 1.000.
“La determina adottata è in linea con l’indirizzo dell’Amministrazione comunale – dichiara l’assessore alla tutela degli animali Nella Disca – rispondendo infatti alle esigenze di tutelare il benessere degli animali e di liberare nel contempo alcuni box del canile sanitario comunale per far fronte alle emergenze di cattura di altri cani randagi”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

due × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.