Cerca
Close this search box.

Bilancio comunale di Modica 2022: Un quadro critico

Tempo di lettura: 2 minuti

L’approvazione da parte del Consiglio Comunale con deliberazione del 20 giugno ultimo scorso del debito fuori bilancio per un importo complessivo di 12 milioni di euro, di cui 5 milioni di soli interessi, frutto della transazione con la creditrice Enel per bollette non pagate, ha lasciato comunque una domanda – scrive il coordinatore di Sud chiama Nord, Giovanni Cavallo – che la cittadinanza si è certamente posta senza alcuna risposta: perché l’amministrazione precedente non l’ha pagate? Questo non è certo l’unico debito fuori bilancio che complica la gestione dei conti comunali. Il resto, lo abbiamo appreso In questi giorni. Intanto, la Commissione al Bilancio con parere favorevole e con orgoglio da parte di tutti i commissari, eccezion fatta per il consigliere di opposizione che si è astenuto, ha approvato il rendiconto del 2022 che sarà sottoposto al consiglio comunale con oltre 2 anni di ritardo rispetto alla scadenza. Dall’atto – continua Cavallo – emerge che la situazione finanziaria è ben più preoccupante di quella del rendiconto 2021, con un disavanzo di oltre 117milioni di euro, 36milioni di euro in più rispetto al 2021. Tornando ai debiti fuori bilancio, dal rendiconto 2022 si evince che la commissione ha approvato un debito fuori bilancio per una ennesima transazione, questa volta con la Banca Sistema spa, di circa 20.000 euro e una variazione di bilancio per tre progetti finanziati dalla Regione Sicilia per un totale di 541.000 euro. In un quadro critico la cui genesi è da attribuire alle precedenti amministrazioni con particolare riferimento alle ultime due, il coordinatore cittadino di Sud chiama Nord Giovanni Cavallo, ma soprattutto i cittadini di Modica, si chiedono: come intende affrontare questa amministrazione questo disavanzo? Quale strategia intendere percorrere? Come intende affrontare l’erogazione dei servizi che ad oggi sono forniti con il conta gocce a fronte di una tassazione molto alta? E siamo ancora al 2022, non sappiamo cosa ci aspetta nel 2023 e nel 2024 tenendo presente, conclude il coordinatore cittadino Giovanni Cavallo, che senza bilanci previsionali e consuntivi approvati il Comune non riceverà neanche un centesimo di euro di trasferimenti che ammonta a diversi milioni di euro e sarebbe una bella boccata d’ossigeno.

540637
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top