Cerca
Close this search box.

Settimana mondiale del glaucoma. Uici Ragusa in prima linea

Tempo di lettura: 2 minuti

Il glaucoma è una malattia degli occhi che danneggia il nervo ottico, spesso associato a un aumento della pressione oculare. Purtroppo, non è una malattia rara. Ed è opportuno sapere che il glaucoma è la principale causa di cecità irreversibile nel mondo. Colpisce circa 1 milione di persone in Italia, ma almeno la metà non lo sa. Fornisce sintomi solo in fase avanzata, quando i danni non sono più recuperabili. Causa una riduzione progressiva e irreversibile della vista, che può condurre alla cecità. La progressione della malattia è così lenta che il paziente non si accorge di nulla. Anche quest’anno l’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Ragusa ha fornito delle informazioni specifiche durante l’iniziativa di sensibilizzazione tenutasi all’ingresso del poliambulatorio di via Giorgio Perlasca, nel capoluogo ibleo, in occasione della Settimana mondiale del glaucoma che quest’anno si è celebrata dall’8 al 14 marzo. L’iniziativa, promossa dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-Iapb Italia onlus, ha visto la piena condivisione della sezione iblea dell’Uici che, con i propri mezzi, ha voluto diffondere quali sono i principali consigli da seguire nel tentativo di contenere la malattia o, meglio ancora, cercare di prevenirla.
“Nel glaucoma, considerata ormai una patologia neurodegenerativa a tutti gli effetti – dice il presidente Uici Ragusa, Salvatore Albani – si verifica la morte di una specifica popolazione di cellule della retina, le cellule ganglionari. Si tratta della seconda causa di cecità a livello planetario dopo la cataratta, ma è la prima a carattere irreversibile. Nelle varie forme di glaucoma, ad eccezione di quello acuto, la malattia insorge e si sviluppa senza che il paziente avverta sintomi particolari. Quando il soggetto si rende conto di non vedere bene nella parte periferica del proprio campo visivo, purtroppo i danni a carico delle fibre del nervo ottico sono già presenti e irreversibili. Questa malattia si può, però, prevenire sottoponendosi a visite oculistiche regolari, che consentono di scoprire la malattia quando è in fase ancora iniziale. Ecco perché consigliamo a tutti di effettuare controlli e verifiche periodiche sullo stato di salute degli occhi”.

531173
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top