Cerca
Close this search box.

Cile. La turistica Valparaiso in fiamme. Saliti a 68 i decessi

Tempo di lettura: 2 minuti

(gr) E’ salito a 51 il bilancio delle vittime degli incendi boschivi che hanno colpito la regione di Valparaíso, nel centro del Paese sudamericano. Il ministro degli Interni, Carolina Toha, ha fornito una nuova valutazione della situazione degli incendi boschivi in ​​tutto il paese, sottolineando che dei 68 morti,  stati trovati morti lungo le strade mentre cercavano scampo dalle fiamme. Il ministro ha annunciato che il numero delle vittime potrebbe aumentare con il passare delle ore, affermando che i 30 focolai  attivi che divampano nella regione, rappresentano la più grande emergenza mai registrata in Cile dal terremoto del 27 febbraio 2010. Il ministro ha sottolineato che ci sono informazioni che accertano che gli incendi sono dolosi il che a suo avviso costituisce un allarme sociale molto più grave. Gli incendi  iniziati venerdì scorso hanno finora distrutto 1600 abitazioni, e si sono diffusi rapidamente a causa delle alte temperature che si registrano nella regione, delle forti raffiche di vento fino a 60 chilometri orari e della bassa umidità. Secondo l’Azienda nazionale forestale, nella regione di Valparaíso che dei 30 focolai attivi, un quarto di essi destano particolare preoccupazione per la loro intensità e la vicinanza ad aree densamente popolate. Il presidente cileno, Gabriel Boric, ha dichiarato lo stato di emergenza, che gli consente di stanziare le risorse necessarie per fronteggiare l’emergenza.

528149
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top