Cerca
Close this search box.

Crisi agricola. Iv Ragusa: Serve piano di intervento

Tempo di lettura: 2 minuti

La crisi agricola che sta creando agitazione in numerosi stati europei è arrivata anche in Italia partendo dal Veneto per spandersi a macchia di leopardo in tutte le regioni e, naturalmente, anche in Sicilia.
“Stiamo osservando e ascoltando con attenzione le preoccupazioni che giungono dal mondo agricolo – dicono Marianna Buscema, coordinatrice provinciale di Italia Viva e Sara Siggia, referente regionale per l’agricoltura – Prendiamo atto delle varie problematiche che incidono in modo pesante sul comparto, a cominciare da quanto si sta verificando proprio in queste giornate. Per questo stiamo seguendo, attraverso l’on. Maria Chiara Gadda, vicepresidente della commissione Agricoltura alla Camera dei deputati, i contenuti delle istanze che giungono dal mondo agricolo. L’on. Gadda ha infatti chiesto che il governo convochi immediatamente una cabina di regia su quanto sta avvenendo, coinvolgendo oltre ai ministeri competenti anche le filiere produttive e le rappresentanze coinvolte. Serve un tavolo, diciamo noi di Italia Viva, che riunisca tutti gli attori alle prese con le difficoltà segnalate per individuare una strategia che limiti i danni per il settore agroalimentare italiano e che si prepari alla gestione della crisi attraverso un coordinamento a livello comunitario”. “La realtà è – concludono Buscema e Siggia – che non possiamo solo inseguire quanto accade, ma dobbiamo già avere chiaro un piano di intervento che possa proteggere uno dei settori fondamentali del nostro export e uno dei motori dell’economia locale”.

527233
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top