Cerca
Close this search box.

Ispica, ieri la prima del presepe Vivente

Tempo di lettura: 2 minuti

Ha aperto ieri pomeriggio ufficialmente i battenti il Presepe Vivente
di Ispica, lo spettacolo più bello del Natale siciliano,
organizzato dalla PromoEventi Ispica di Di Rosa, Di Martino e Spataro,
con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo della Regione Siciliana,
Libero Consorzio di Ragusa, Comune di Ispica, Parco Archeologico
Kamarina Cava Ispica e col supporto logistico della ProLoco Spaccaforno,
sponsor ufficiale Coop Gruppo Radenza.
Nonostante qualche incertezza meteo, numerosi pullman da tutta l’isola
hanno “invaso” pacificamente la cittadina del ragusano per assistere
alla prima dello spettacolo, che si sviluppa lungo l’itinerario rupestre
che dal vecchio abitato delle case-grotta di Spaccaforno (una Matera
siciliana) porta sin dentro l’area archeologica del Parco Forza, per uno
spettacolare tragitto di teatro, musica e antichi mestieri che
quest’anno sfiora i 2 km di lunghezza complessiva.
Inserito ufficialmente dall’assessorato regionale al Turismo e
Spettacolo tra gli eventi più importanti della Sicilia, il Presepe
Vivente di Ispica è strutturato come un percorso rupestre che alterna 40
antichi mestieri siciliani nelle grotte millenarie della città vecchia a
scene teatrali e cantate, secondo la direzione artistica di Peppe Galfo.
Il Presepe è questa edizione dedicato alla figura di Francesco,
fondatore dell’omonimo Ordine ma anche “inventore” del Presepe vivente,
allestito per la prima volta appunto 800 anni addietro a Greccio,
proprio su iniziativa del santo di Assisi.
Dagli anfiteatri in pietra che si affacciano sulla cava d’Ispica, canyon
naturale lungo 8 km che porta sino a Modica, si gode uno spettacolo
unico, e qui gli attori richiamano lo spettatore alla parola di Dio sino
alla nascita del bambino Gesù.
Il percorso offre allo spettatore una riflessione intima sul Natale e
sulla Sicilia dell’Ottocento, quando fede, umiltà e fatica costituivano
le basi della cultura contadina siciliana cosi come di quella
francescana.
Poiché l’itinerario si sviluppa per due km in itinerari rupestri con
scalinate e roccia viva, il percorso non è adatto alle famiglie con
passeggini (suggerito il marsupio) o a persone con difficoltà motorie
anche lievi. Sono consigliate scarpe da trekking comode.
Il Presepe Vivente di Ispica torna adesso il 25 e 26 dicembre, dalle 16
alle 20, con la magia del suo allestimento, e poi ancora 1, 6 e 7
gennaio 2024 dalle 16 alle 20.

524859
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top