Cerca
Close this search box.

Violenza di genere. Il Presidente del Consiglio comunale di Modica aderisce all’appello degli altri Presidenti iblei

Tempo di lettura: 2 minuti

A nome del Consiglio Comunale di Modica che mi pregio di rappresentare ed ancor prima come donna, Mariacristina Minardo condivide il pensiero espresso dai Presidenti dei Consigli Comunali delle Principali Città italiane nella nota dagli stessi sottoscritta, a seguito dell’ennesimo atto di violenza di genere verificatosi qualche giorno fa.
L’omicidio di Giulia Cecchettin, prosegue la Minardo, scuote ancora una volta le nostre menti, i nostri sentimenti e ci deve far riflettere. Ancor più agire. Mi unisco pertanto all’appello rivolto “ai nostri rappresentanti parlamentari” “per contrastare” questo “fenomeno in crescita”, perché la violenza di genere è una piaga della società… che attraversa le barriere di età, classe sociale e cultura” e colpisce indistintamente ognuno di noi.“E’ un problema che riguarda tutti noi”.
Tutti viviamo il dolore della famiglia di Giulia e delle famiglie segnate da queste tragedie. Insieme “dobbiamo lavorare per creare una comunità che promuova il rispetto reciproco, l’uguaglianza e la solidità”. Insieme ci riusciremo! La violenza, in ogni sua forma, è sinonimo di sopraffazione, privazione, prevaricazione. E’ forma di discriminazione e violazione dei diritti umani. Come cittadini, come istituzioni ed ancor prima come persone dobbiamo intervenire in tal senso per una maggiore tutela e prevenzione. Tutte riflessioni che, alla luce dei tanti episodi di cronaca, devono portarci alla consapevolezza che il problema del femminicidio è consistente e va affrontato nella giusta maniera.
Purtroppo non ci sono comunità esenti, non ci sono Comuni al riparo da questi fenomeni. Ecco perché, continua il Presidente del Consiglio comunale di Modica, le istituzioni locali, devono collaborare con le famiglie, le istituzioni scolastiche, le organizzazioni sul territorio, per prevenire e reprimere, già dalle prime avvisaglie qualsiasi fenomeno prima che possa degenerare e sfociare in tragedia.
Riflessioni e azioni propositive che invito a fare nostre in vista della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, prevista per sabato 25 novembre.
Da parte mia l’impegno sarà massimo e porterò questo messaggio alla prossima riunione del Consiglio Comunale, dando lettura della nota in apertura della seduta.

522952
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top