Cerca
Close this search box.

Nuovo anno accademico Unitre Modica con spettacolo al Garibaldi

Tempo di lettura: 2 minuti

È stato uno spettacolo particolarmente apprezzato quello che, il gruppo “Piano B Vocal” sulla storia della canzone italiana, arricchito dagli interventi umoristici di Eugenio Barone, a Modica presso il Teatro Garibaldi, ha accompagnato l’apertura dell’anno accademico 2023/2024 della locale sede dell’Unitre in un pomeriggio intenso e qualificato. E’stato Enzo Cavallo, con a fianco la disponibilità dell’Amministrazione Comunale ad appoggiare l’attività dell’Unitre e, alla presenza della presidente del Consiglio Comunale a portare il saluto dell’associazione e a presentare il programma elaborato dopo il confronto coi soci dello scorso 28 settembre. Un programma che sin dalla prossima settimana prevede una visita, da parte di una comitiva dell’Unitre modicana, in Polonia, a Varsavia, a Cracovia e ad Auschwitz e, dai primi giorni del mese di novembre, la organizzazione dei corsi, dei laboratori, delle escursioni, dei viaggi, dei gemellaggi, ecc in base alle opzioni operate dai soci attraverso le schede da restituire alla segreteria entro il prossimo 31 ottobre. Dal 9 novembre partirà il “Giovedì dell’Unitre”: ogni settimana, nel pomeriggio del giovedì, presso la sala del Granaio, a Modica Bassa, saranno tenuti “incontri tematici” di interesse generale destinati a tutti i soci.
Un metodo questo scelto per favorire il pieno coinvolgimento “da protagonisti” di tutti i soci ai quali è stato rivolto l’invito a farsi avanti chi è disponibile a collaborare coi responsabili dell’associazione per lavorare sempre meglio nell’interesse di tutti per un ulteriore rilancio dell’Unitre all’insegna di un volontariato produttivo nella città della contea.
In merito allo spettacolo il Gruppo “Piano B Vocal” (composto da Stefania Mazzone, Janeal Tatum, Laura Vidali, Chiara Tinnirello, Luigi Arena, Elena Calaciura, Damiano Alizzio, Maria Concetta Maugeri, e Melo Alizzio) ha eseguito, con originali arrangiamenti, una serie di canzoni italiane del periodo dal 1925 al 1960 (non dimenticar le mie parole, se potessi avere mille lire al mese, Lola, Rosamunda, Du du, baciami piccina, bombolo, maramao perché sei morto, Pippo non lo sa, tummarriata nera, tu vuoi fari americano, nel blu dipinto di blu, tintarella di luna oltre ad un coinvolgente finale ) col commento storico, di quei decenni che hanno visto il faticoso passaggio dal Fascismo alla Democrazia repubblicana, di Giuseppe Barone e di Marcella Burderi e con alcuni intervalli per dare la possibilità ad Eugenio Barone di deliziare i presenti con la sua apprezzata comicità.

519983
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top