Cerca
Close this search box.

Scicli: in aula dibattito sul “caro bollette”

Tempo di lettura: 2 minuti

“A causa dell’aumento del prezzo dell’energia – dicono i quattro consiglieri – 4,7 milioni di italiani si sono ritrovati nella condizione di non essere più in grado di pagare una o più bollette di luce e gas negli ultimi 9 mesi. Si tratta di un numero che potrebbe continuare a crescere se i prezzi dovessero aumentare. Un ennesimo allarme per il prossimo autunno arriva dall’Arera, che teme che i fondi stanziati dal Governo non siano sufficienti per affrontare i rincari dell’inverno. La crisi energetica è stata causata da molti fattori, perlopiù geopolitici e di mercato, e in un mondo così iperconnesso tutti gli effetti si fanno sentire anche in Comuni come il nostro che ha avuto sempre un buon tessuto economico adesso messo in crisi da questa ennesima crisi resa più pesante dalla pandemia Covid appena “superata”. Molte aziende e famiglie si sono appena riprese dalle difficoltà economiche della pandemia e adesso ci troviamo ad affrontare una nuova crisi. Cosa può fare un Comune in questa situazione? Noi abbiamo presentato un ordine del giorno perché riteniamo che ci sono delle azioni concrete che si possono attuare, una tra tutte porre grande attenzione ai bandi che permettono l’efficientamento energetico su scuole ed edifici pubblici. Si può intervenire sui governi nazionali e regionali per fare le giuste pressioni affinché le manovre sul caro energia siano prioritarie. Si può creare uno sportello apposito per ascoltare e aiutare le famiglie in difficoltà. Inoltre, abbiamo proposto di porre in atto una discussione con la Soprintendenza per parlare di efficientamento energetico anche in centro storico. I nostri stessi Comuni subiscono il caro energia e questo inciderà sui prossimi bilanci, sarà un ulteriore periodo difficile per tutti. I sindaci non possono farcela ad affrontare, da soli, il caro energia come evidenziato dal presidente dell’Anci, Antonio Decaro. La Politica deve trovare le strade per alleggerire il gravoso peso sulle spalle dei cittadini” concludono i consiglieri Caterina Riccotti, Marianna Buscema, Bruno Mirabella e Consuelo Pacetto.

494954
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top