Cerca
Close this search box.

Promozione. Altra amarezza per i modicani del Frigintini

Tempo di lettura: 2 minuti

ATLETICO 1994                     3

FRIGINTINI                             1

Atletico 1994: Vitale, Truscello, Zagami, Ranno, Campanella (48’ Caruso), D’Arrigo, Grazioso, La Spina, Mongelli, Licata (68’ De Carlo), Borzì. All. Alessandro Di Maria

Frigintini: Caruso (22’ Ruffino), Monopoli, Iozzia, Gugliotta (20’ Buscema), Pianese, Ruscica (43’ Calabrese), Sangiorgio, Fusca, Tumino (68’ Leocata), Noukri, Caccamo (46’ Migliore). All. Buoncompagni

Arbitro: Giorgio Fragalà (Sezione AIA di Acireale); Davide Orazio Belfiore e Domenico Calanna (Acireale)

Ret1: pt. 42’ Mongelli; 45’ Zagami, st.13’ La Spina (rigore); 38’ Calabrese

La quinta giornata del girone di andata del campionato di Promozione, girone D, non porta novità positive per i rossoblù di mister Samuele Buoncompagni. Anzi si fa sempre più difficile la volontà dei calciatori di risalire la classifica, con l’organico che -nonostante più completo rispetto alla scorsa stagione- deve fare i conti con gli infortuni. E il campo Zia Lisa di Catania conferma questo trend con gli infortuni che hanno condizionato la gara. Prima quello di Gabriele Gugliotta al 20’ e poi quello dell’estremo difensore Caruso e il subentro con l’esordio in assoluto per il giovane indigeno frigintinese Graziano Ruffino (17 anni) a difesa della porta rossoblù. Che è capitolato una prima volta al 42’ per il gol di Mongelli. Nell’occasione si infortuna anche Enrico Ruscica e il tecnico rossoblù manda in campo Davide Calabrese. In chiusura di tempo un eurogol di Zagami fissa il punteggio sul 2-0 al termine dei primi 45’ di gioco, nel corso dei quali nei primi 40’ erano stati i ragazzi modicani a tenere bene il campo e costruire un paio di occasioni pericolose per il portiere locale Vitale, che si è salvato dalla capitolazione. Al rientro in campo per il secondo tempo non è un Frigintini rassegnato alla sconfitta, che tenta di ridurre le distanze. Il tecnico è costretto ancora una volta ad effettuare sostituzioni obbligate e ridisegnare l’assetto tattico. Da segnalare un fallo dentro l’area di rigore dei catanesi non sanzionato dal direttore di gara e poi invece quello rilevato nell’area di rigore del Frigintini per il penalty concesso all’Atletico e trasformato da La Spina. Sul 3-0 calano i ritmi di gioco e la gara scende anche di livello tecnico. I rossoblù, però, non si arrendono ma la difesa degli etnei non concede spazi. L’unico lo trova Davide Calabrese che sigla il gol della bandiera a una decina di minuti dalla fine, per il 3-1 che sarà il risultato finale.

 

493250
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top