90 anni e più. Festa speciale per gli agronomi e forestali iblei

Tempo di lettura: 2 minuti

Un compleanno speciale, festeggiato in modo speciale, con una tre giorni di eventi ed iniziative per celebrare i “90 anni e più” dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della provincia di Ragusa. Da domani giovedì 23 a sabato 25 giugno momenti di approfondimento sulla professione anche guardando alle prospettive future, ma anche un tuffo nel passato, tra i ricordi e i documenti storici, sulla storia dell’Ordine nell’area iblea. Una festa, quella dedicata ai 90 anni di uno degli Ordini più longevi d’Italia, che doveva svolgersi già tempo fa, ma è stata rinviata a causa della pandemia. Ecco perché adesso sono da festeggiare novant’anni e qualcuno in più. Il territorio ibleo, caratterizzato da sempre da una florida e diffusa attività agricola, rappresenta uno dei più importanti poli italiani per la produzione primaria, comprendendo anche numerosi prodotti di eccellenza assoluta con riconoscimenti a marchio Doc, Dop, Docg e Igp oltre a poter contare su vari presidi Slow Food e Prodotti Agroalimentari Tradizionali tra cui il Cerasuolo di Vittoria Docg, il miele ibleo, l’olio Dop Monti Iblei, il formaggio Ragusano Dop, solo per fare qualche esempio. Le numerosissime aziende locali che insistono sul nostro territorio hanno potuto contare nel tempo sull’assistenza professionale e competente che l’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Ragusa ha loro messo a disposizione. La tre giorni di incontri sarà dunque l’occasione per festeggiare i risultati raggiunti, gli iscritti più longevi e tracciare le linee guida del futuro del settore. Ma c’è una sorpresa in più. Grazie alla sinergia con la Banca Agricola Popolare di Ragusa, saranno premiati i lavori riguardanti l’innovazione 4.0 nel settore agricolo, mediante un bando che è stato emanato nelle scorse settimane. Sarà la Camera di Commercio, la casa delle imprese, il cuore pulsante della tre giorni che inizia con la giornata inaugurale sotto il coordinamento del Dottore Agronomo Francesco Celestre, presidente del comitato organizzativo. Sarà il Dottore Agronomo Giuseppe Dipietro, presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della provincia di Ragusa, a dare il via ai lavori con ospiti tra gli altri anche la Dottoressa Forestale Sabrina Diamanti (presidente Conaf), il Dottore Agronomo Stefano Poeta (presidente Epap) e il Dottore Agronomo Pietro Lo Nigro (presidente Fodaf). Durante il pomeriggio verranno inoltre consegnati dei riconoscimenti agli ex presidenti dell’Ordine ibleo e a tutti gli iscritti all’albo con almeno 40 anni di attività alle spalle. Ma la giornata inaugurale dell’evento “90 anni e più” sarà impreziosita anche dall’inaugurazione della mostra organizzata all’interno della sala borsa, curata dal dottore agronomo Orazio Sortino, con in esposizione alcuni dei lavori e degli studi più significativi con cui gli agronomi hanno dato il proprio contributo al territorio. La seconda giornata di venerdì 24 giugno sarà caratterizzata da numerosi incontri e dibattiti. Tra gli interventi anche quello del sen. Francesco Battistoni (sottosegretario Mipaaf) che si concentrerà sul comparto nazionale agroalimentare in relazione al ruolo dei Dottori Agronomi e Forestali e la lectio magistralis del Dottore Agronomo Felice Assenza (Capo del Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari del Mipaaf) che parlerà sulle pratiche sleali nelle filiere agricole. Tra i relatori anche il docente Stefano Masini (Università degli Studi di Roma Tor Vergata) presenterà il suo intervento sulle possibilità future dell’agricoltura in termini di sostenibilità, ambiente e economia. A seguire un’attesa tavola rotonda intitolata “L’agricoltura iblea nello scenario internazionale” in stretta collaborazione con i GAL Terra Barocca, GAL Valle del Golfo e GAL Natiblei, un vero e proprio focus sulle produzioni d’eccellenza nate in provincia di Ragusa e che hanno conquistato il mondo spesso grazie al felice connubio tra il lavoro dei produttori e il lavoro degli agronomi. Sabato 25 conclusione con visite aziendali professionali. “Una tre giorni che è soprattutto una festa, la nostra festa – commenta il presidente Giuseppe Dipietro – Un evento che, oltre a premiare gli sforzi e l’impegno di tutti gli iscritti e di coloro che mi hanno preceduto, vuole essere un importante momento di analisi del settore, in un periodo storico particolare in cui fare squadra è ancora più importante rispetto al passato. Per questo tutti insieme crediamo fortemente nel ruolo futuro che l’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della provincia di Ragusa dovrà avere in termini di tutela dei prodotti del nostro territorio e ricerca”. Per il Dottore Agronmo Francesco Celestre, che presiede il comitato dei festeggiamenti, “è sicuramente un piacere per noi festeggiare finalmente l’importante traguardo che l’Ordine ha raggiunto già nel 2020. Purtroppo le circostanze passate non hanno permesso il normale svolgimento delle celebrazioni che ora, dopo una lunga gestazione forzata, possono iniziare. Sarà l’occasione per ritrovarci tutti insieme, tra gli iscritti nuovi e quelli più longevi, per celebrare le eccellenze che il nostro territorio con fatica e sudore è riuscito nel tempo a creare e far conoscere”. Fondamentale anche il ruolo dei GAL, i gruppi di azione locale che operano sotto l’egida della Regione. “Il GAL Terra Barocca opera con lo scopo di promuovere una strategia di sviluppo del territorio locale concreta e innovativa, multisettoriale e integrata – commenta il direttore Salvatore Occhipinti – Aggreghiamo gli attori locali con l’unico scopo di promuovere il territorio ibleo, generando valore per la nostra economia. 90 e più è il luogo di incontro ideale per mettere a sistema il patrimonio culturale, economico e produttivo della nostra terra”. Un operato comune che guarda al futuro. “Da sempre il nostro territorio vanta un’attività agricola florida che rappresenta un polo di eccellenza riconosciuto a livello nazionale ed internazionale – commenta l’on. prof. Francesco Aiello, presidente del GAL Valli del Golfo – Il GAL Valli del Golfo è, sin dalla sua costituzione, in prima linea nel sostegno e nella valorizzazione dei territori locali e delle loro risorse ambientali e produttive. Questo evento rappresenta un momento di incontro e di confronto fondamentale tra gli attori politici ed economici del territorio per la creazione di nuove sinergie e il sostegno delle tipicità dell’area iblea”. Il programma completo su www.agronomiragusa.it

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI