Ballottaggio a Scicli, Riccotti respinge Pd e Articolo 1

Tempo di lettura: 2 minuti

La coalizione che ha sostenuto la candidatura a sindaco di Scicli Giorgio Vindigni, domenica scorsa ha incontrato i rappresentanti di Italia Viva, Marianna Buscema, e del PSI, Armando Fiorilla, delegati dal candidato sindaco, Caterina Riccotti.

Il confronto ha confermato che la Riccotti e la sua coalizione al ballottaggio non avrebbe inteso fare alcun apparentamento.

“Si era dato seguito ad un’esigenza di confronto – spiegano Franco Susino per il Pd e Gianpaolo Aquilino per Articolo 1 – opportuno per forze politiche che agiscono nel perimetro di un’area contigua, ma la chiusura da parte di Caterina Riccotti ad ogni possibilità di collaborazione diretta ha nei fatti precluso lo svilupparsi di ogni ipotesi di intesa. E’ stata un’occasione perduta, che non ci impedirà di lavorare con spirito propositivo operando con diligenza e serenità di giudizio nell’attività politica. Resta inteso, per altro verso, che le stesse ragioni di naturale collocamento di area che ci avevano indotto a ricercare la collaborazione con la candidata Riccotti, ci impediscono qualsiasi sostegno altre coalizioni dove si identificano persone e politici che fanno riferimento alla destra e alla lega. All’indomani del voto, ed indipendentemente dal suo esito, tutti dovremo prendere atto dell’esigenza di una nuova fase costituente per il centrosinistra cittadino, che rappresenta una parte determinante della comunità, e che dovrà esprimersi con rinnovato animo propulsivo”.

 

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI