Tre Panda e una ambulanza nuova generazione donate CRI Siciliana

Tempo di lettura: 2 minuti

Si è tenuta oggi, nella sede del Nucleo Pronto Intervento CRI di Messina, la cerimonia di consegna dei mezzi acquistati dal Comitato Regionale della Croce Rossa Italiana in Sicilia attraverso la donazione di Cellnex Italia, società indipendente leader in Europa di infrastrutture di TLC wireless. Alla cerimonia erano presenti il Presidente Regionale della CRI Luigi Corsaro, il Segretario Regionale Giuseppe Giordano, i Presidenti dei Comitati territoriali CRI e il Managing Director di Cellnex Italia Gianluca Landolina. Grazie alla donazione liberale di Cellnex Italia, la Croce Rossa Siciliana ha acquistato un’ambulanza di nuova generazione e 3 Fiat Panda ibride che verranno utilizzate per le attività sociosanitarie sul territorio.

Si arricchisce il parco automezzi del Comitato Regionale a supporto dei Comitati CRI della Sicilia – ha dichiarato Luigi Corsaro, Presidente di CRI Sicilia. Grazie alla donazione di Cellnex Italia possiamo implementare la nostra risposta alle numerose esigenze emerse durante l’emergenza pandemia di questi anni  e soprattutto continuare a garantire tutti quei servizi essenziali che non sono soltanto emergenza ma anche e soprattutto di natura sociale, come le unità di strada e il pronto spesa a favore delle famiglie più bisognose colpite dalla crisi.  Qualsiasi privato o azienda può contribuire alle attività e alle campagne nazionali della Croce Rossa attraverso le donazioni liberali a favore della CRI, https://cri.it/sostienici/donazioni-liberali/,  a sostegno dei numerosi progetti e attività istituzionaliSi contribuisce così a realizzare uno o più progetti specifici destinati alle aree di intervento rivolte a: giovani, salute e emergenza sociale”.

Siamo orgogliosi – ha aggiunto Gianluca Landolina, Managing Director di Cellnex Italia – di esserci uniti anche noi a Croce Rossa Italiana e di essere qui oggi in occasione della consegna di questi nuovi mezzi. I valori di umanità, volontariato e imparzialità di CRI li sentiamo coerenti con i nostri, così come il bisogno di soddisfare con azioni concrete i bisogni delle comunità in cui operiamo. Ciò è parte integrante del nostro percorso di sostenibilità sociale di impresa”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI