Modica ha salutato l’on. Antonio Borrometi. Assente il figlio

Tempo di lettura: 2 minuti

Modica ha dato l’addio all’avvocato Antonio Borrometi, già assessore regionale alla Sanità e parlamentare nazionale. Il rito funebre, celebrato nel Duomo di San Pietro, è stato officiato e concelebrato con don Umberto Bonincontro e Padre Antonello Abbate(presenti numerosi altri sacerdoti) dal vicario generale della Diocesi di Noto, Mons. Angelo Giurdanella,  in sostituzione del vescovo Mons. Antonio Staglianò, trattenuto fuori sede da impegni legati al suo ministero, e che ha inviato un messaggio letto da Don Salvatore Cerruto. “Uomo, professionista, sposo dal volto gentile e sorridente” come ha definito il defunto il vicario nella sua lunga omelia. Padre Antonello Abbate ha letto, invece, il messaggio dell’arcivescovo di Palermo, Mons. Corrado Lorefice. Assente il figlio Paolo, rimasto a casa pare per Covid. E’ stata una cerimonia semplice e sentita.  Sono stati in tanti sui banchi e nelle navate  a volere essere presenti per l’ultimo saluto, tra cui alti rappresentanti delle istituzioni a cominciare dal sindaco Ignazio Abbate, a nome della città, parlamentari, alti gradi della magistratura e delle forze dell’ordine e militari. Presente anche Don Antonio Coluccia, prete di frontiera nella borgata romana di San Basilio e parroco della Chiesa di San Filippo Apostolo nel quartiere nord di Grottarossa, che Paolo, figlio del parlamentare, ha voluto chiamare ad officiare e dare la sua testimonianza. E’ toccato a Mons. Giurdanella tracciare la figura di Antonio Borrometi ricordando che il suo lascito sia una sprone per la comunità, perché ognuno costruisca una città di uomini giusti, veri, forti, disponibili, come Borrometi ha fatto nel corso della sua vita interpretando al meglio l’insegnamento cristiano. “E’ appartenuto a tutti- ha detto Mons. Giurdanella- ha donato, ha costruito relazioni e si è speso per la società”. E’ intervenuto, quindi, il presidente regionale degli ex parlamentari, già assessore regionale, Rino La Placa: “Nel 1991 – ha detto – Borrometi arrivò all’Ars ed insieme abbiamo fatto una scelta di stare insieme nella Democrazia Cristiana di Sergio Mattarella, Pierluigi  Castagnetti, Marini, Elia perché convinti che le nostre motivazioni ideali fossero la collocazione più giusta. Un quinquennio difficile. Antonio dimostrò competenza, impegno e fu anche assessore alla Sanità. Un decennio di impegno intenso nelle istituzioni,  Non si servì della politica, ma servì. Uomo politico competente e brillante avvocato”. A Modica era stata allestita per due giorni, da venerdì,  la camera ardente al Teatri Garibaldi La salma  era arrivata direttamente da Meldola, comune in provincia di Forlì, nel cui centro ospedaliero Antonio Borrometi si trovava ricoverato da fine dicembre e dove è spirato a causa di una malattia contro la quale lottava da tempo. Il feretro era quindi stato accolto dai familiari e dal sindaco, a nome della città. Presenti anche tanti amici che si sono stretti attorno ai parenti in un momento particolarmente triste. Sulla bara, la toga. Tante le attestazioni di cordoglio, di vicinanza e di solidarietà pervenute in queste ore alla famiglia. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che con Antonio Borrometi, appunto, aveva condiviso l’esperienza politica nella Dc, prima, e nella Margherita dopo, ha inviato un telegramma alla famiglia, così come  Castagnetti, ex segretario politico della Margherita, di cui Borrometi fu braccio destro. Attestazioni anche da parte di tanti parlamentari nazionali e da molti deputati dell’Ars non solo provinciali. Il ricordo di Antonio Borrometi, nonostante il parlamentare modicano si fosse ormai ritirato da un ventennio dalla vita politica attiva, è rimasto vivo e costituisce un lascito umano e politico di alto livello. Il figlio Paolo da qualche settimana aveva deciso di donare al papà il proprio midollo ma i tempi non lo hanno permesso.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI