Quante cose si possono imparare ascoltando podcast?

Vantaggi educativi e non solo nell’infografica di Babbel dedicata al fenomeno podcast
Tempo di lettura: 2 minuti

Nel 2023 li ascolteranno 1 miliardo di persone almeno una volta al mese: i podcast (libera fusione di iPod e broadcasting, «radiodiffusione») si stanno ritagliando una fetta sempre più importante delle nostre giornate.

Non solo argomenti leggeri: sono sempre più comuni i podcast di Edutainment (educazione + intrattenimento). Per questo motivo Babbel – prima app al mondo per l’apprendimento delle lingue – ha creato l’infografica “Cosa può insegnarti un Podcast?”, che racconta il fenomeno globale del momento tra curiosità e dati, proponendo anche una serie di consigli utili per imparare le lingue… ascoltando podcast.

L’Italia si inserisce in pieno nel trend mondiale: Spotify ha comunicato la crescita dell’89% del catalogo nostrano nel 2021. Dal primo podcast di Jacopo Fo del 2004 ai 25mila podcast in italiano online, oggi sono molti quelli da consigliare (e da ascoltare): da “Da Costa a Costa”, di Francesco Costa, vicedirettore de “Il Post”, sugli USA a “Scientificast”, per gli appassionati di scienza. Per chi vuole imparare nuove lingue “Famous Last Words” di Babbel rappresenta un vero e proprio viaggio linguistico accompagnati da esperti tra storia, tradizione e locuzioni particolari.

Sono difatti molti i vantaggi educativi dovuti all’ascolto di podcast di Babbel: presentano e introducono elementi culturali rilevanti, oltre ad aiutare – tramite l’ascolto – nella pronuncia e nella conversazione, spiegando nuove forme linguistiche proprie del parlato.

Pronto a mettere le cuffie e premere “Play”?

 

 

© Riproduzione riservata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI