Confimprese Ragusa: moratoria sui tributi locali

Tempo di lettura: 2 minuti

Una moratoria dei tributi locali fino alla prossima stagione estiva. Un invito, l’ennesimo, di Confimprese iblea all’amministrazione comunale di Ragusa di congelare i tributi locali delle attività economiche che hanno subito gli effetti devastanti della pandemia. Nonostante la riapertura, con il green pass rafforzato, il calo del fatturato è evidente. Tra disdette e cancellazioni, il quadro che emerge dalle nuove disposizioni varate dal Governo, non può che proiettare le imprese verso l’ennesima situazione di crisi. Molte aziende temono di doversi fermare definitivamente. Poi ci sono i costi alle stelle dell’energia e delle materie prime che spingono per la serrata. “E’ una situazione di grande incertezza –spiega il presidente provinciale di Confimprese iblea, Pippo Occhipinti – con il numero dei contagi che, ogni giorno, aumentano in maniera esponenziale. Le nostre attività sono al collasso segno evidente di una situazione di estremo disagio di tantissime famiglie e dei nostri tradizionali clienti che preferiscono, per ovvie ragioni, restare a casa”.
Fortunatamente, l’impennata dei contagi, sembra avere per il momento effetti contenuti sulla letalità, ma l’impatto per le attività lavorative è assai pronunciato. Per queste motivazioni Confimprese chiede un confronto immediato con l’amministrazione comunale per definire un piano d’intervento “emergenziale”. “Un tavolo di confronto per capire il da farsi – aggiunge il presidente territoriale Peppe Occhipinti –la Tosap/Cosap per esercenti e ambulanti è stata prorogata per tre mesi.Provvedimento inserito nella manovra di bilancio varata dal governo nazionale. Misura economica assolutamente insufficiente che andava prolungato per tutto il 2022. Ma il comune di Ragusa, per le iniziative di propria competenza, deve svolgere, fino in fondo, la propria parte”. Fino al termine dello stato di emergenza anche il consumo di cibi e bevande al banco sarà consentito esclusivamente ai clienti in possesso di green pass rafforzato, mentre fino al 31 gennaio 2022 saranno vietati feste, eventi e concerti che implichino assembramenti in spazi aperti, con la contestuale sospensione di tutte le attività in programma in sale da ballo, discoteche e locali assimilati.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI