Cerca
Close this search box.

Modello Lavoro agile. Cisl, le ricadute nelle imprese iblee

Tempo di lettura: 2 minuti

Nuovi modelli di organizzazione del lavoro, maggiore produttività, maggiore benessere lavorativo, parità di genere e nuovi modelli di convivenza. Sono alcuni degli aspetti, che a breve avranno ricadute anche sulla provincia di Ragusa, con riferimento all’accordo siglato ieri presso il ministero del Lavoro sul tema del lavoro agile in tutto il sistema privato. A darne comunicazione è la segretaria generale dell’Ust Cisl Ragusa Siracusa, Vera Carasi, che riferisce come sia stato trovato un punto di equilibrio tra tutte le organizzazioni sindacali e datoriali, fornendo linee guida per regolamentare il lavoro agile in maniera adattabile alle singole realtà lavorative.
“Un accordo – continua Carasi – che assume una certa rilevanza in un territorio come quello ibleo dove la presenza di piccole e medie imprese è particolarmente radicata. Sono state recepite, nel complesso, le richieste della Cisl. Tra cui i principi della volontarietà e dell’alternanza tra giornate in presenza e giornate da remoto; la possibilità di accesso al lavoro agile per tutti i lavoratori inseriti nelle aree organizzative in cui viene utilizzato, l’obbligo di individuare una fascia di disconnessione, con specifiche misure tecniche e organizzative per garantirla; il fatto che la strumentazione tecnologica e informatica debba essere fornita, di norma, dal datore di lavoro; il diritto allo stesso trattamento economico e normativo, inclusi premi di risultato, welfare aziendale e benefit; l’impegno delle parti a promuovere il lavoro agile nella garanzia di parità tra i generi; l’impegno a facilitare l’accesso al lavoro agile per i lavoratori in condizioni di fragilità e di disabilità che lo richiedano; l’impegno a percorsi formativi specifici, accanto al diritto di essere inseriti nei normali percorsi di sviluppo professionale”. “Non ci sono dubbi – continua Carasi – dopo quello che è accaduto durante il periodo Covid, che ancora prosegue, per il sindacato è una nuova sfida, che richiede capacità contrattuali totalmente innovative, molte ancora da immaginare e costruire, a partire dalle numerose intese già siglate in diverse aziende e settori. Ce la stiamo mettendo tutta per rispondere alle sfide e alle esigenze legate a questa mutazione dei tempi”.

© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top