Atti persecutori all’ex moglie. Arrestato un pozzallese

Tempo di lettura: 2 minuti

Nella serata dello scorso 18 novembre   i Carabinieri di Modica hanno tratto in arresto un 45enne pozzallese, separato non legalmente, disoccupato, già noto alle Forze di Polizia, ritenuto responsabile dei reati di atti persecutori, porto di armi o di oggetti atti ad offendere e violazione del provvedimento di allontanamento dalla casa familiare, misura cautelare cui era già sottoposto. Intervenuti tempestivamente su segnalazione dell’ex moglie presso l’abitazione della stessa, i militari dell’Arma hanno sorpreso l’uomo, in evidente stato di ebbrezza alcolica, nell’intento di introdurvisi con la violenza. Bloccato e perquisito veniva trovato in possesso di due coltelli a serramanico e di una mannaia, contestualmente sequestrati. Dopo le formalità di rito l’uomo, destinatario nel 2020 della misura di allontanamento dalla casa familiare per reiterati episodi di violenza nei confronti della coniuge, è stato ristretto in regime di arresti domiciliari come disposto dalla competente Autorità giudiziaria.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI