Colombia. Guerra tra milizie armate. Freddato ex combattente

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo i leader politici e sociali, oggi è toccato a un ex combattente delle ex Farc-Ep, finire in obitorio nel villaggio di Monserrate nel Dipartimento di Arauca. Si tratta di Mario Alejandro Eslava Fuentes che faceva parte delle Forze di Formazione e Reincorporazione, giustiziato a colpi di armi automatiche da un gruppo di uomini, dopo averlo portato in un luogo appartato, lontano da occhi indiscreti. La conferma dell’assassinio arriva dall’Ufficio del difensore civico colombiano (Indepaz) che ha emesso un avviso indicando l’alto pericolo che sta correndo la popolazione nel dipartimento di Arauca, a causa di dispute territoriali tra gruppi armati illegali. Le autorità governative hanno segnalato che nel dipartimento sono presenti esponenti dell’Esercito di Liberazione Nazionale (ELN), gruppi armati post-FARC-Ep del fronte 10 Martin Villa, e Milizie del Fronte 28. Indepaz, ha inoltre precisato che nel corso del 2021 in Colombia sono stati assassinati 44 ex combattenti dopo la firma dell’Accordo di Pace del 2016, ma non accettato da tutti. Nonostante questo cupo panorama, le ex Farc-ep hanno ribadito di aver sempre rispettato l’accordo firmato nel 2016 e chiedono al Governo di farlo rispettare anche agli altri gruppi armati illegali presenti nel Dipartimento. Dopo l’assassinio di 44 ex combattenti e di 52 leader politici e sociali, vanno aggiunti 86 massacri che portano quest’anno il numero dei morti ammazzati a 293.

 

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI