Cambiamenti 2021 Cna Sicilia, la V edizione tenutasi a Ragusa

Tempo di lettura: 2 minuti

La cooperativa di comunità Museo diffuso dei cinque sensi di Sciacca, formata da artigiani, commercianti, strutture ricettive, associazioni culturali, associazioni di categoria e tante tessere di un mosaico di pezzi unici, ha vinto il premio “Cambiamenti 2021” promosso da Cna Sicilia. La consegna ieri sera a Ragusa a conclusione della finale in cui una ventina di startup si sono contese il gradino più alto del podio. All’impresa vincitrice sono andati 1.000 euro e la possibilità di partecipare alla finale nazionale che mette in palio premi molto ricchi (20mila euro al vincitore). Cna Sicilia ha poi predisposto premi da 500 e da 250 euro per il secondo e i terzi classificati vale a dire rispettivamente Ohoskin Srl di Catania (che ha sviluppato un biopolimero dagli scarti di arance e cactus per creare un materiale bio-based) oltre a Ustep di Catania (l’App che premia i tuoi passi) ex aequo con Distefano di Ispica (conserve artigianali a chilometro zero).
Queste, invece, le menzioni speciali: innovazione tecnologica a Generazione App di Valderice nel Trapanese (un team con competenze multidisciplinari per innovare il modo di vivere la quotidianità); sostenibilità ambientale a Granfiliè di Sortino nel Siracusano (valorizzazione della materia prima iperstagionale del territorio); inclusività e solidarietà a Keplera di Palermo (fornitura alle aziende di un supporto legale altamente specializzato); cambiamenti bluesky a Capfound di Agrigento (piattaforma per la ricerca dei finanziamenti per le aziende). I lavori sono stati aperti da Francesco Cuccia, coordinatore del premio, che ha illustrato quali le finalità e, soprattutto, i passi che hanno consentito di arrivare sino alla finale che spalanca le porte a molte imprese. Il presidente regionale Cna Sicilia, Nello Battiato, ha parlato di un appuntamento che assume un significato ancora più speciale in chiave ripartenza. Gli ha fatto eco il presidente territoriale Cna Ragusa, Giuseppe Santocono, che ha auspicato il cambiamento come un nuovo modo di agire sul fronte imprenditoriale per aprirsi sempre di più alle sfide future.
Il segretario della Cna territoriale di Ragusa, Carmelo Caccamo, ha evidenziato come la scelta di tenere la finale regionale “nella nostra area premia una terra laboriosa, ricca di imprese, dinamica e vivace, capace – ha aggiunto – di esaltare il valore del cambiamento che assume una dimensione profonda a maggior ragione in questo periodo storico”. Giampaolo Roccuzzo, presidente regionale Cna Giovani imprenditori, ha spronato i presenti a cercare di andare sempre oltre i propri limiti perché soltanto così, dal punto di vista imprenditoriale, si potranno ottenere risultati di ampio respiro. Subito dopo, ognuna tra le imprese partecipanti ha illustrato la propria mission ai presenti. A conclusione, la commissione valutatrice ha decretato i vincitori. Prima della consegna dei premi, l’intervento del segretario regionale Cna Sicilia, Piero Giglione, il quale ha chiarito che “la nostra associazione è chiamata adesso a spendersi per coinvolgere tutte le start up presenti, evidenziando la bontà della scelta di chi ha deciso di restare nella nostra terra perché la ama e qui vuole costruire qualcosa di importante”. A partecipare anche il vicepresidente nazionale Cna Giuseppe Cascone e Luna Meli, vincitrice dell’ultima edizione del Premio Cambiamenti 2021, che ha consegnato il testimone all’impresa che si è aggiudicata il primo posto. Meli, oggi, è anche presidente Giovani imprenditori della Cna territoriale di Catania.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI