Territorio Ragusa e le incentivazioni per il centro storico

Tempo di lettura: 2 minuti

L’Esecutivo di Segreteria di Territorio Ragusa mostra ulteriori perplessità per le dichiarazioni dell’assessore comunale allo Sviluppo Economico, in merito al bando ‘Io sto a Ragusa’.

Queste riflessioni di Michele Tasca, presidente dell’Esecutivo, dopo il confronto interno successivo a dichiarazioni dell’assessore al quotidiano locale:

“Pur senza nessuna replica diretta ai precisi rilievi sollevati anche da altre forze politiche e da un comitato civico, l’assessore tira fuori una novità, rispetto alle finalità del bando ‘Io sto a Ragusa’, per come presentate nel corso della conferenza stampa del novembre 2019.
Il bando non sarebbe riservato esclusivamente alle nuove aperture in centro storico, ma si tratterebbe di una misura di incentivazione generale, sia pure limitata ad un perimetro all’interno del centro abitato.
Non più, quindi, l’asse Piazza del Popolo – rotonda di via Roma, come era stato specificato per il primo bando, ma una nuova area, sempre entro limiti definiti ma che non ha nulla di specifico per il centro storico e per la via Roma in particolare”
Aggiunge Michele Tasca: “Pur senza nulla eccepire sulla valenza di misure agevolative per incentivare l’apertura di nuove attività in città, a questo punto è inevitabile capire perché verrà sostenuta una apertura in via Gagini o via Salvatore, nella zona alta, e non una apertura a poche decine di metri in viale Europa o in corso Vittorio Veneto, superiormente alla via Gagini.
Sarebbe opportuno mettere ordine nelle strategie dell’assessorato che vorrebbe privilegiare non più aperture per rivitalizzare il centro storico ma le iniziative di start up innovative e iniziative di giovani.
Dal momento che l’ente non è il dopolavoro San Cataldo, trattandosi di un bando pubblico, occorrerebbe fissare paletti precisi, secondo le strategie di sindaco e assessore e della giunta tutta: perché un bando riservato ad un’area indefinita della città, che esula dal centro storico ma fissa arbitrariamente dei confini? perché, ora, l’assessore parla di start up e di iniziative per i giovani, particolari non contemplati nel bando?
Sarà tutto affidato alle scelte di pochi o si osserveranno criteri trasparenti nella selezione?
Occorrerebbe, a questo punto, che il sindaco fornisse spiegazioni per chiarire il tutto, per sgombrare il campo da illazioni sui criteri di scelta di un perimetro che ha destato non poche perplessità.”

“A questo sembra necessario capire chi si occuperà del centro storico e delle sue esigenze di rilancio commerciale” così conclude il Presidente dell’esecutivo di Segreteria di Territorio Ragusa.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI