Lavoratori non in regola. Ragusa, task force dei carabinieri

Tempo di lettura: 2 minuti

Nuovo giro di controlli in materia di normativa sul lavoro a Ragusa da parte dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro che nell’ultima settimana, unitamente ai militari della Stazione di Ragusa Ibla e alla Sezione Radiomobile della Compagnia di Ragusa hanno effettuato accessi in alcuni cantieri e attività commerciali del capoluogo ibleo. Le operazioni di controllo e verifica sul rispetto delle vigenti normative in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro e legislazione sociale, si sono svolte tra il centro di Ragusa e il suo cuore barocco, Ibla e hanno riguardato in totale quattro cantieri edili e un’attività di ristorazione. Interessanti i risultati conseguiti dall’Arma che complessivamente ha deferito 3 soggetti e contestato violazioni sia amministrative che penali per un ammontare complessivo di circa 32mila euro. Le irregolarità rilevate riguardano per la maggior parte le posizioni di 6 operai sorpresi a lavorare senza le previste coperture assicurative e i dovuti contributi versati dai datori di lavoro. La costante e attenta presenza delle pattuglie dell’Arma sul territorio ha permesso di sorprendere proprio un furgone carico di attrezzature e materiali edili con a bordo due soggetti stranieri che si stavano avviando al cantiere successivamente controllato ed entrambi sono risultati completamente irregolari alla luce delle vigenti normative che tutelano i lavoratori. Il responsabile di una pizzeria a Ragusa invece, oltre alla sanzione pecuniaria di 16 mila euro, si è visto sospendere l’attività fino alla regolarizzazione dei propri dipendenti. Le attività di controllo e ispezione di questi giorni si inquadrano in un dispositivo più ampio di costante controllo del territorio e delle sue dinamiche in una realtà, quella iblea, da sempre molto vivace per quanto riguarda le attività imprenditoriali e commerciali e che talvolta, proprio in virtù della sua articolata complessità, rischia di vedersi macchiata da soggetti senza scrupoli pronti a mettere a repentaglio la sicurezza e i diritti dei propri dipendenti per cercare guadagni più facili risparmiando, in primis sulla sicurezza dei lavoratori.

 

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI