Riprendono le attività Erasmus per il “Grimaldi” di Modica

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo la lunga sosta forzata di un anno e mezzo a causa del COVID-19, sono finalmente ripartite le mobilità legate ai progetti Erasmus. Nella settimana dall’11 al 15 ottobre un gruppo di studenti e docenti dell’Istituto “Principi Grimaldi” di Modicaha effettuato una mobilità in Portogallo, assieme ad altri istituti superiori d’Europa, partner del progetto.Sono 5 i ragazzidel Grimaldi che hanno partecipato al terzo meeting del progetto Erasmus+ “Creating Rescue Teams – Getting Ready for Natural Disasters”, accompagnati dagli insegnanti Raffaele Iacono e Valentina Bontempelli, svoltosi a Vila Nova de Famalicão, una piacevole cittadina di 130mila abitanti, 42 Km a nord di Porto, famosa per il turismo enogastronomico con le sue cantine di Vinho Verde, ben collegata da autostrade e ferrovia alle altre località portoghesi. Una cittadina molto viva e in fase di grandi ristrutturazioni con tre università, musei, un centro di aggregazione giovanile dotato dei più moderni strumenti di comunicazione e un enorme splendido parco cittadino dove rilassarsi immersi nel silenzio e nel verde a due passi dalla moderna scuola D. Sancho I sede di questo meeting. Con i suoi enormi spazi, laboratori molto attrezzati, palestre interne ed esterne, biblioteca, mensa ed auditorium la scuola ha organizzato una mobilità ricca di eventi e visite, nel pieno rispetto della normativa anti-COVID. Dopo il saluto di benvenuto del sindaco e la visita del municipio, sono iniziate le attività di workshop con la presentazione dei lavori svolti dai vari team partecipanti Romania, Polonia, Turchia, Italia e Portogallo: il primo tenutosi a scuola sui più comuni disastri naturali nei vari paesi, dalle alluvioni in Polonia, ai terremoti in Turchia, alle frane in Romania e alla siccità e le ondate di calore in Italia; il secondo nella sede dell’università CESPU con la simulazione di primo soccorso e massaggio cardiaco in situazioni di emergenza; il successivo nelle acque dell’oceano Atlantico a Matosinhos con una lezione pratica di Surf e la simulazione di salvataggio in mare ed infine nella sede dei vigili del fuoco un workshop dal titolo “How to be a fireman”. I workshops si sono alternati a visite guidate nella cittadina di Famalicão, oltre alle splendide Braga a Guimarães e infine a Porto, con i suoi ponti sul fiume Douro, cantine del famoso vino liquoroso, chiese, e le tante strade che si arrampicano su per la città. Il momento finale del progetto ha visto infine tutti i team riuniti nella mensa della scuola dove si è svolta la cena internazionale, a base di piatti tipici dei vari paesi, preparati dai ragazzi, seguita da balli e canti in un clima di amicizia rispetto. Tutte le attività sono state accolte con entusiasmo dai ragazzi che hanno partecipato e socializzato, mettendo in pratica le loro competenze in lingua inglese, lingua ufficiale dei progetti Erasmus e rispondendo bene a quelli che sono gli obiettivi dell’Unione Europea di sviluppo delle abilità comunicative, interpersonali e interculturali.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI