Comibleo Ragusa segnala a Cassi le piante mancanti al Giardino ibleo

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Comibleo ha segnalato al sindaco di Ragusa la necessità di attivare un breve studio delle piante mancanti perché abbattute, essiccate o non ripristinate specie dopo i lavori eseguiti nel 2016 al Giardino ibleo. Tra queste palme, eucalipti, gesso di carta, acacia rosa, lillà, rose rampicanti, bosso, pini dell’ex boschetto della rimembranza, e altro ancora. Il comitato spontaneo di residenti nella città antica evidenzia che “dopo due anni di chiusura sono stati ripristinati i servizi igienici del Giardino ibleo con semplice e banale manutenzione, mentre i lavori di ristrutturazione dei servizi igienici di via Pietro Novelli – piazza Duomo, stranamente non hanno comportato anche l’indispensabile adeguamento ai diversamente abili previsto dal dpr 24 luglio 1996, n. 503, per cui l’accesso al locale nursery è di fatto impedito anche ai passeggini che debbono essere stazionati all’esterno nonostante l’ampio vano interno”. Il Comibleo, tra l’altro, si è mosso per chiedere la rimozione dei pericolosi birilli di pietra del marciapiede dinanzi all’ex chiesa di Sant’Antonino. “Lo avevamo fatto – chiariscono ancora dal comitato – dopo l’ennesimo incidente occorso a un anziano e al suo soccorritore, con contusioni, escoriazioni e tumefazioni del viso. Ma i birilli sono ancora lì”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI